Marco Galli: “La radio è anche comprensione e solidarietà”

Seguici su Whatsapp - Telegram

Abbiamo già parlato – nelle scorse settimane – del ritorno di un Capitano, Marco Galli, in piena forma. Tanto da poter guidare sostanzialmente per l’intera durata il suo “Tutto Esaurito”.

La puntata di oggi è partita con Liuzzi sostituito da Comollo per un incidente ad un piede, e gente che credeva che la Betty fosse la moglie di Galli.

Ma spesso, la terza ora del programma serve anche a cambiare registro. E stamattina, il Capitano si è soffermato sul messaggio – giunto ieri – di un’ascoltatrice che sfogava il proprio malessere concludendo: “Vorrei addormentarmi per non svegliarmi più“.

LEGGI ANCHE  Guida programmi radio di domenica 4 maggio 2014

In quanto accaduto stamattina – concluso con un collegamento telefonico con Paolo Crepet – c’è la filosofia radiofonica di Galli: “Un amico è amico quando ci cazzeggi, ci ridi, ma anche quando riesci a parlarci. Per me amica è quella persona che si ferma e ti ascolta avendo voglia di ascoltarti capendoti. Per me la radio è anche questo. Questo è un programma che vuole divertire, rallegrare; ma ogni tanto ci viene voglia di tirare il freno a mano ed essere colpiti da qualche messaggio in particolare”.

E ancora: “. A volte sono obbligato a girare la faccia. Vorrei aiutare tutti,  ma non è possibile. A volte abbiamo aiutato facendo delle chiacchierate. Non c’è presunzione. Si chiama solidarietà, si chiama comprensione. Ci sono persone che studiano per risolvere i problemi e non è il nostro scopo. Ma per un programma come il nostro, poter ascoltare per qualche minuto con solidarietà e comprensione è il massimo del successo“.

Naturalmente, visto che “Tutto Esaurito” è accompagnato da una comunità virtuale, per l’ascoltatrice sono arrivati messaggi in questa pagina ed  in questo gruppo.  La puntata odierna la trovate qui. 

LEGGI ANCHE  Tutto Esaurito e Marco Galli non in onda: la versione ufficiale

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Seguici su Whatsapp - Telegram

About Stefano Beccacece 4500 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".