RDS: In attesa dell’Academy si gioca con “Senza parole”

Sta per andare in scena la quinta edizione della RDS Academy il talent di RDS dedicato al mondo della radio che anche quest’anno sarà trasmesso da Real Time, canale 31 del Digitale Terrestre.

Chi vincerà avrà la possibilità di ottenere un contratto di lavoro di un anno con l’emittente. Filippo Ferraro è solo l’ultimo dei vincitori, ma i suoi predecessori – Giuditta Arecco, Melania Agrimano e Valerio Scarponi – sono ancora speakers di RDS.

Si può ancora inviare il proprio video-provino per potersi candidare. Intanto, in attesa della nuova edizione – che sarà trasmessa a novembre – si gioca con “Senza parole“.

LEGGI ANCHE  Dal 16 settembre la RDS Academy, intanto ci si allena con la "Sfida al conduttore"

Rispetto alla sfida al conduttore dell’anno scorso, si tratta di qualcosa di maggiormente gradevole. Al posto dello scioglilingua ripetuto ossessivamente dall’ascoltatore prima e dal conduttore di turno poi – qualcosa che rischiava di incrinare la stabilità mentale sia degli ascoltatori che dei concorrenti – con la nuova formula i giocatori devono argomentare.

Conduttore e ascoltatore scelgono per l’altro un argomento di cui si deve parlare per 20 secondi circa senza poter usare 3 parole, anch’esse scelte da chi impone l’argomento.

In palio ci sono le cuffie di RDS e gli ascoltatori se le portano a casa sia in caso di vittoria, sia in caso di “parità” lo speaker in sfida.

LEGGI ANCHE  RDS Academy 2018: c'è qualcuno di cui vorremmo essere ascoltatori?

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecergol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2604 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".