Qual è l’aspetto più significativo dei sessant’anni di Albertino?

Sembra strano dirlo, ma ieri Albertino ha compiuto sessant’anni. Albertino, uno sulla cresta dell’onda da trentacinque e passa, uno che ha saputo essere il re dell’intrattenimento, che ha saputo essere innovativo nel linguaggio  e dato vita ad un format – il “Deejay Time” – che avrebbe avuto fortuna anche all’estero, ha “già” sessant’anni. 

Ieri sera, dato che sia Radio Deejay che m2o sono in trasferta a Riccione, gli è stata organizzata una festa a sorpresa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ALBERTINO (@albertinodj)

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ALBERTINO (@albertinodj)

Ma c’è un aspetto che più d’ogni altro è significativo rispetto ai sessant’anni di una delle figure più importanti della radiofonia italiana. In molti si sono avvicinati alla radio grazie a lui, e gli anni di celebrità hanno portato  alcuni fans a diventarne colleghi.

Basti pensare ad Alessandro Cattelan, o Andrea & Michele, che lo hanno incontrato all’Aquafan a sedici anni – prostrandosi tipo Benigni e Troisi con Savonarola – ed oggi trasmettono dall’Aquafan e partecipano alle feste a sorpresa per Albertino.

Inoltre, poco dopo l’avvio della m2o attuale – episodio da citare giusto per sottolineare ancora una volta la favola vissuta da chi è passato da avere un mito inarrivabile ad avere un collegaWalter Pizzulli raccontava: “Ad una serata, proprio mentre stavo per stringergli la mano, 4 bodyguard se lo portarono via. E non ci riuscii! I sogni, però, sono strani forti. Alle volte si realizzano anche quelli che credi impossibili. Sia chiaro, anche se mi hai voluto nella tua @m2oradio io rimango uno dei tuoi più grandi ascoltatori e tu per me sei “one and only” caro Albertino”.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

About Stefano Beccacece 3673 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".