Piero Pelù – Gigante: testo, video e somiglianze con i Rasmus: è plagio?

Una delle 24 canzoni dei big presentate al Festival di Sanremo 2020 è Gigante, nuovo singolo di Piero Pelù che ha annunciato il titolo durante il programma di Rai1 I Soliti Ignoti, condotto da Amadeus nella speciale puntata del 6 gennaio.

Come per tutti gli altri brani della kermesse per ascoltarlo sarà necessario attendere il 4 febbraio, mentre il testo sarà pubblicato dal settimanale Sorrisi e Canzoni TV nei giorni immediatamente precedenti l’inizio del Festival (probabilmente tra l’1 e il 4 febbraio). Di seguito trovate video ufficiale, testo e tutte le informazioni utili sulla nuova uscita discografica dell’artista non appena rese note.

Artista: Piero Pelù

Titolo: Gigante

Album: Pugili fragili

Piero Pelù in tour: biglietti, date e scaletta: clicca qui

Piero Pelù a Sanremo

Nonostante la sua lunga carriera, Piero Pelù non ha mai partecipato al Festival di Sanremo né come solista né come cantante dei Litfiba. Questo significa che sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio sarà uno degli esordienti assoluti, nonostante alle spalle abbia una carriera trentennale. Tuttavia, è stato a Sanremo come ospite in ben due occasioni: la prima nel 2001, durante la quale lanciò un appello contro l’uso delle mine antiuomo, e la seconda nel 2018. IL singolo precederà l’uscita dell’album Pugili fragili, prevista per il 21 febbraio 2020.

LEGGI ANCHE  La canzone sigla di The Voice of Italy 2014 (video)

Piero Pelù – Gigante | Video

Gigante è un plagio?

Sui social subito dopo l’esibizione si è levata qualche voce riguarda alla notevole somiglianza del ritornello con Keep you heart broken dei Rasmus, brano dell’aprile 2019 contenuto nell’album Hide from the Sun. La strofa è sicuramente differente, ma per il resto la musica si avvicina molto. Eccolo

Piero Pelù – Gigante | Testo

Ecco il testo, dedicato al nipote di tre anni.

Spingi forte, spingi forte, salta fuori da quel buio
Crescerai aprendo porte tutti i giorni stare pronti
Tu sei molto di più di quello che credi di quello che vedi
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla, un piccolo Buddha
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente gigante
Niente di proibito sei pronto a cavalcare il mondo?
Fatti il tuo castello volante
Con la fantasia di un bambino. Gigante!
Cavalcare draghi e mostri già ti penso dacci dentro
È un mestiere che conosco tutti i giorni stare pronti
Tu sei molto di più di quello che credi di quello che vedi
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla mio piccolo Buddha
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo, mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente… gigante
Niente di proibito sei pronto a cavalcare il mondo, mondo
Fatti il tuo castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante
Tu sei molto di più di quello che vedi di quello che credi
Sei il mio asso
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla mio piccolo Buddha
Il tuo non è un pianto è il tuo primo canto

LEGGI ANCHE  Piero Pelù live a Roma: scaletta e recensione del concerto

Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo, mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente… gigante
Spacca l’infinito e rubagli un minuto al mondo, mondo
Per fare un castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo 3259 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.