Pierluigi Diaco: “E’ ipocrita chiedere agli ascoltatori di nominare solo la Rai quando parlano alla Rai”

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

Nella puntata di ieri di “Ti Sento”, programma di Pierluigi Diaco su Rai Radio2, Raiplay ma anche sul 202 del digitale terrestre, si è parlato di informazione.

Il conduttore ha chiesto agli ascoltatori quale sia il loro mezzo d’informazione preferito.  Durante l’intervento di un ascoltatore, Diaco ha detto qualcosa che contrasta con le normali direttive, anche se forse qualcosa sta cambiando.

Una delle regole che insegnano i maestri di radio, di solito è che NON si nominano le radio concorrenti. Invece, Diaco ha affermato: “Faccio citare in questa fascia oraria radio e TV private perché mi sembra curioso che non si possa fare. E’ ipocrita chiedere agli ascoltatori di nominare solo la Rai quando parlano alla Rai. La Rai è servizio pubblico, tutti paghiamo la tassa di possesso, ed è giusto che gli ascoltatori possano nominare le emittenti private se ne hanno voglia”.

LEGGI ANCHE  Guida programmi radio di martedì 4 novembre 2014

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

About Stefano Beccacece 4547 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".