Perché essere Lunatici? Perché la scorsa notte è stata folle tra Giulio, Roby, il rapper Enzo e un acquisto dalla concorrenza

Ieri si è aperta l’ultima settimana in diretta dei Lunatici di Radio2, e quella di ieri notte è stata una puntata storica. Roberto Arduini ed Andrea Di Ciancio hanno chiesto – nel corso della notte – il motivo per cui gli ascoltatori si sentono Lunatici.

La risposta può essere ritrovata nella folle scorsa nottata,, nella quale si sono alternati personaggi che mai si erano palesati prima. Tutto è partito con Giulio, un pensionato che ha chiesto un favore da nulla: avere una particina in una fiction o qualche comparsata in programmi della Rai.

Successivamente, c’è stata Romana, che ha lamentato .- da parte del servizio pubblico – la messa in onda di canzoni troppo volgari. Abbiamo individuato “Turbococco” di Ghali, ma dalle frasi “Il cuore è una putt**” e “Per favore fammi le corna” non abbiamo dedotto nulla.

L’altro eroe del 30 luglio è – in modo indiscusso -il Signor Roby che chiama in diretta scusandosi per l’orario, chiarendo che gli piace conoscere nuova gente, ma solo “amicizie pulite”, spiegando che ha fatto molti lavori ma “nulla di illecito” e sottolineando che lo chiamano “Roby lo sceriffo” perché si concia da cowboy.

Infine, e rimaniamo solo alle telefonate, si è manifestato il quasi avvocato Enzo, un rapper che – a cappella – ha deliziato gli ascoltatori con rime sull’onestà.

Come non bastasse, sono arrivati messaggi di testo dal linguaggio criptico, la confessione – sempre via messaggio – da parte del maestro Antonio che un dottore lo ha considerato bipolare, e l’ammissione da parte di Arduini che il “Meteo Delirio” è inutile e senza senso, e serve solo ad unire in un grande abbraccio l’Italia, l’Europa ed il mondo.

Ma come se non bastassero i “mostri” che i Lunatici creano in proprio, ecco che ne arriva uno che alla concorrenza è già una leggenda.. Basta infatti che Filippo Ferraro e Danny Virgillo non stiano a presidiare la notte di RDS – che manda rotazione musicale – ed ecco che, giusto nella rubrica del meteo e giusto alle 4:00 del mattino, spunta il mitico Marco Roma che improvvisa testi senza senso simulando la voce di Eros Ramazzotti. Si tratterà di un prestito? Alcuni lo amano altri ne cederebbero il cartellino a titolo definitivo.

Ricordiamo che la diretta era stata aperta dalla notizia del settantenne “nonno trombino”  ribattezzato “Ettore”, andato a Rimini per trovare del sesso mercenario, ma aggredito e derubato.

Infine, va segnalata l’idea di Di Ciancio in caso di astinenza da Lunatici ad agosto: fornire le coordinate della residenza estiva di Arduini per poterlo non incontrare, ma ascoltare tramite il citofono simulando la situazione radiofonica.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2594 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".