Lo sfogo di Fabio Alisei su Genova: e questo sarebbe populismo?

Conosciamo tutti la tragedia legata al collo del Ponte Morandi a Genova, dalla quale sono trascorse 5 settimane.  Ieri lo Zoo di 105 ha commentato la notizia di un tir rimasto incastrato nell’unica via che – dopo il collo del ponte – collega la la Valpolcevera al resto della città senza dover percorrere l’autostrada e la Guido Rossa.

Fabio Alisei ha peso l’abituale moderazione denunciando la situazione della città che  sta “morendo da 50 anni, e le state dando il colpo di grazia”.

Di solito Alisei viene etichettato  come buonista perbenista maestrino. Ma ieri, alla fine della sua invettiva, si è beccato pure del populista. Di frequente Fabio prende posizioni che possono infastidire ma è di Genova e descrive la viabilità della sua città conoscendola sicuramente meglio di chi propone soluzioni semplicistiche sui social per prendersi l’applauso.  E per altro aveva premesso: “Non voglio farne una questione politica, quando c’è di mezzo la gente vaff** la politica”.

LEGGI ANCHE  Oggi è l'Ali-Day. Fabio Alisei torna in onda nello Zoo di 105

Ciò accade da quando c’è stato il terremoto in Abruzzo – primo disastro “socializzato” e ci siamo cascati più o meno tutti. Dunque dubitiamo che si possa definire populista una persona che -per ovvi motivi – conosce meglio del 90% di chi ascolta la viabilità del luogo in cui è nato.

Si potrebbe dire che populista è l’attacco generalizzato alla politica: “Siete delle me**e”. Ma in “Manca un commissario, non si sa chi ricostruisce e quanti soldi ci mettete.  Fate giochi di potere e le commissioni con gli indagati”, quale fatto non vero trovate?

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 1735 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".