La Zanzara, lite tra i conduttori: realtà o sceneggiata? Tonfo di Parenzo

Continua a tenere banco a La Zanzara di Radio 24 la questione del fuori onda della giornalista Veronica Gentili sul direttorissimo di Libero Vittorio Feltri.

Nonostante la lettera di scuse il carteggio privato è finito in un articolo e le foto della Gentili sono finite in prima pagina.

Il passaggio contestato particolarmente dell’editoriale di Feltri è la seguente: “Quando si vuole offendere un uomo vecchio si ricorre sovente a due luoghi comuni: è rincoglionito e per giunta alza il gomito. Facile. Sarebbe come se io dicessi di te, bella ragazza, che per arrivare stabilmente sul video l’hai data via, ciò che non escludo eppure non posso affermare perché, a differenza di te, non sostengo alcuna tesi in mancanza di prove.

Comunque ti dedico questa pagina fotografica affinché i lettori sappiano da quale pulpito vengono le tue prediche contro di me“.

LEGGI ANCHE  Ritorna "Scherzi a Parte", e una vittima probabilmente sarà Giuseppe Cruciani

Parenzo ha definito il titolo “schifoso, vergognoso, tipico metodo Boffo“.  In puntata è intervenuto anche Alberto Gottardo di Radio Padova: “Alla Gentili e a Parenzo Feltri fa gran pubblicità. Sono per la libertà di pubblicare cose vere e quelle foto le ha messe lei su Instagram”..

Parenzo in partenza aveva anche ragione: “Si pende una cosa per sostenere una tesi”; ma ciò che ha dato fastidio è stato l’atteggiamento nei confronti di Cruciani, a cui il co-conduttore continuava a ripetere: “Dillo, anche se è tuo amico che ha sbagliato. Fatti pagare una cena in meno, ma diglielo. Te la pago io una cena”.

LEGGI ANCHE  La Zanzara apre la puntata con la "Borsa" di Ciao Belli

I due sembravano talmente animati da non sembrare semplicemente coinvolto in un gioco delle parti. Ad ogni modo, all’ennesimo “Fatti pagare una cena in meno, una cena non ti rifà la dignità”, Cruciani ha risposto: “C’è tempo per litigare, Sono ca**i  miei cosa dico alle persone. E se c’è qualcuno che si fa corrompere per qualcosa quello non sono io”

Ora, Parenzo predica la critica nel merito, eppure ha passato un dieci minuti buoni ad insinuare che le opinioni di Cruciani siano influenzabili da eventuali vantaggi o amicizie. Sicuramente il conduttore de La Zanzara non è il Vangelo, ma se c’è qualcuno che non costruisce il proprio pensiero in base alla vicinanza o alla simpatia rispetto ai protagonisti, quello è Giuseppe Cruciani.

LEGGI ANCHE  Il fuori onda di Veronica Gentili alimenta un nuovo round tra Feltri e Parenzo: "Parenzo è razzista"

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 1735 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".