James Arthur Tour 2020 a Milano: concerto cancellato

James Arthur ha pubblicato lo scorso 30 agosto il nuovo singolo Falling like the stars, prima anticipazione del suo prossimo album You in uscita a ottobre. Con un nuovo disco in uscita, l’artista sarà impegnato anche sui palchi europei con un tour di promozione che passerà anche dall’Italia. Vediamo insieme date e dove comprare i biglietti della tournée del cantante.

Aggiornamento 11 febbraio: riceviamo da Vivo Concerti il seguente comunicato stampa: “Vivo Concerti è spiacente di annunciare che, per motivi di salute, James Arthur ha annullato il suo tour europeo, compresa l’unica data italiana originariamente prevista per mercoledì 12 febbraio 2020 al Fabrique di Milano. Dopo aver subito un intervento nella giornata di venerdì 24 gennaio, il cantante si scusa sinceramente e ringrazia moltissimo i suoi fan per tutti i messaggi di vicinanza ricevuti.”

James Arthur in Italia

Il nuovo di tour di James Arthur conta anche una data in Italia. L’unico appuntamento nel nostro paese è in programma nei primi mesi del nuovo anno, esattamente il 12 febbraio a Milano. Ecco tutte le date.

12 febbraio 2020 Milano, Fabrique

Biglietti James Arthur TicketOne

I biglietti del nuovo tour di James Arthur si trovano in vendita su Ticketone e nei punti vendita a partire dalle ore 11 di venerdì 13 settembre. Sono attualmente disponibili e li trovate qui.

Scaletta James Arthur 2020

La scaletta del nuovo tour di James Arthur proporrà principalmente le canzoni inserite nel nuovo album You, in uscita a ottobre, tra cui il singolo Falling Like the Stars che è stato già proposto live più volta, anche prima della sua pubblicazione. Di seguito, la scaletta del concerto andato in scena a Middlesbrough il 25 maggio 2019.

Ready or Not
Impossible
I Am
Rewrite the Stars
Empty Space
No Tears Left to Cry
Falling Like the Stars
Sun Comes Up
Say You Won’t Let Go

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo 3250 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.