Il diritto di avere ascoltatori da considerare “indesiderati” e da non volere ‘tra i cog….ni’

Seguici su Whatsapp - Telegram

In “Forty Forti” – podcast da cui traiamo qualche spunto a pochi giorni dalla festa per i quarant’anni dell’emittente di Via Massena –  emergono lati interessanti del carattere dei conduttori di Radio Deejay. Sebbene “Pinocchio” sia un programma molto soft, che dà spazio alle emozioni rendendo molto amichevole il drive time, nell’intervista emerge tutto l’essere molto diretta e con pochi fronzoli da parte de La Pina.

Tutto è racchiuso in: “Quello che voglio me lo prendo, poraccio chi si mette di mezzo“, Ma avete presente ne “La vita è bella”, quando lo zio spiega a Roberto Benigni: “tu servi, ma non sei un servo”? Ecco, talvolta si ha l’impressione che qualche ascoltatore si ritenga libero di dire e scrivere qualunque cosa, tanto il conduttore sta là per lui.

La Pina spiega, bene, che non è esattamente così, e non va bene tutto: “Se uno dice a Diego ‘Fro….di me…, tu la radio non la devi neanche accendere. Non farò niente per portarmi a casa pure te. Non ti voglio tra i cog…ni

LEGGI ANCHE  In radio per essere scorretti bisognerà tornare ad essere corretti

Altro aspetto importante dell’episodio, è quello del momento in cui sembrava che Pinocchio dovesse cambiare collocazione nel palinsesto: “Per noi è stato uno shock. Ci sembrava di tradire un’aspettativa altrui. Tu  lavori per un’azienda, ed è giusto adattarsi. Sono aziendalista, ho tatuato Radio Deejay su una gamba e se mi chiedono di fare una cosa la faccio, ma quattro cazzotti forti nel muro li tiro. Ma alla fine hanno vinto gli ascoltatori, che sono un po’ padroni della radio”.

Qui sotto inseriamo anche l’episodio con Diego e La Vale, uno dei migliori forse, con Diego che ha il cellulare che squilla, Vale che ammette di essersi “fatta” un ascoltatore, e Diego che a sua volta confessa di aver avuto un ‘fidanzatino’ a Riccione.

LEGGI ANCHE  Pierluigi Diaco: "E' ipocrita chiedere agli ascoltatori di nominare solo la Rai quando parlano alla Rai"

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Seguici su Whatsapp - Telegram

About Stefano Beccacece 4419 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".