I Lunatici vincono di notte perché sono un punto di riferimento

Seguici su Whatsapp - Telegram

I “volumi” pubblicati qualche giorno fa confermano che “I Lunatici” – Andrea Di Ciancio e Roberto Arduini – si confermano i dominatori della notte.

Qui trovate un piccolo riepilogo da noi pubblicato a proposito della storia del programma, mentre qui trovate un’intervista de Il Foglio ad Andrea Di Ciancio.

A differenza della versione del fine settimana con Federica Elmi e Jodie Alivernini basata percorsi ben precisi – ragion per cui i due programmi non hanno più nulla in comune a parte il titolo – Arduini e Di Ciancio possono lanciare un tema, ma poi la puntata la fanno gli ascoltatori con le proprie storie, le proprie emozioni ed i propri stati d’animo da esternare.

LEGGI ANCHE  Lo Zoo di 105 chiude col Giallo Day

La televisione, con la finestra su Rai2 ed il 202 del digitale terrestre, e l’introduzione delle videochiamate permettono alle persone di metterci la faccia. Gli artisti, cantanti ed attori soprattutto nel fine settimana, hanno una grande opportunità per farsi vedere esibendosi in diretta.

Ma I Lunatici sono un punto di riferimento, anche sui social, per chi ha qualcosa da confidare. E’ così sin dai tempi della pandemia, e la cosa prosegue anche oggi. In questi giorni, ad esempio, c’è chi ha bisogno di confidare le proprie paure per gli eventi sismici dell’Umbria. 

LEGGI ANCHE  Stefano Beccacece (RadioMusik.it) ai Lunatici di Rai Radio2: "Festival con diverse canzoni radiofoniche. Corsa per la vittoria circoscritta a due artisti. Preferisco l'Ibrahimovic 'umano'"a quello "cattivo"

Ricordiamo per l’ennesima volta che I Lunatici da mezzanotte alle quattro vivono ogni notte qualcosa che può cambiare direzione e senso in ogni momento, aprendo le linee senza sapere cosa accadrà.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

 

Seguici su Whatsapp - Telegram

About Stefano Beccacece 4500 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".