Estate 2021: quali sono le canzoni più ascoltate del momento?

Superato il Ferragosto, l’estate si avvia verso la sua conclusione, portando come al solito con sé discussioni tra gli appassionati su quali siano davvero i brani musicali più interessanti. Se i tormentoni vendono e dominano le classifiche degli streaming, infatti, i più critici non mancano di storcere il naso, evidenziando come i pezzi commerciali siano solo prodotti studiati a tavolino per piacere alla massa ma che, di fatto, dal punto di vista qualitativo siano piuttosto scadenti.

In quella che è una ormai atavica “guerra” di opinioni, l’unico dato oggettivo è quello legato ai numeri e in particolare alla quantità di streaming registrati dalle diverse piattaforme, che in buona sostanza oggi rappresentano il vero strumento di misura del successo di una canzone.

Lo streaming tiene a galla l’industria musicale

Prima di andare a vedere nel dettaglio quali siano i brani più ascoltati di questi mesi estivi, una piccola digressione va fatta sul tema dello streaming audio, una tecnologia che negli ultimi anni ha rivoluzionato il modo di vivere la musica. Tra fautori e detrattori, lo streaming si è imposto nell’epoca del digitale come una soluzione particolarmente pratica e alla portata di tutti per l’ascolto della musica ma non solo. Grazie allo streaming, infatti, è oggi possibile accedere a tante altre occasioni di intrattenimento, come la visione di film e videoclip o la pratica dei giochi online.

Quest’ultimo settore, in cui piattaforme come VegasSlotsOnLine hanno reso possibile l’accesso al mondo dei casino anche da PC e dispositivi mobili, è stato infatti trainante per l’intera industria digitale, ponendosi molto spesso come anticipatore di tecnologie e tendenze. Sulle piattaforme di genere si sono viste, negli ultimi anni, soluzioni sempre più efficaci, sia dal punto di vista della giocabilità che dell’accessibilità, progettate per far sì che gli utenti potessero non soltanto accedere ad ampi cataloghi di passatempi, tra cui roulette e slot machine, ma anche a strumenti di registrazione e pagamento particolarmente evoluti e sicuri.

Le società che gestiscono i portali e le app di gaming hanno investito fortemente in questi anni nel miglioramento della user experience, nella sicurezza e nell’utilizzo di tecnologie innovative, diventando di fatto protagoniste di un cambiamento epocale. Se oggi è possibile giocare dal vivo in multiplayer con altri utenti connessi da ogni parte del mondo, senza alcun rischio dal punto di vista della protezione dei dati, molto è dovuto proprio alla visione di questi operatori, che hanno saputo far incontrare la domanda di strumenti per il divertimento online con un’offerta quanto mai completa e accessibile.

Un percorso simile è quello che ha visto protagoniste proprio le piattaforme di streaming musicale, come Spotify e Deezer, inizialmente viste di cattivo occhio dalla stessa industria musicale e, infine, divenute trainanti per l’intero comparto. Addirittura, in un periodo complesso e contorto come quello legato all’emergenza sanitaria mondiale, che ha visto il blocco degli spettacoli in tutto il mondo, lo streaming si è rivlato addirittura salvifico, tanto da riuscire a bilanciare il crollo delle vendite di dischi in formato fisico e del giro d’affari legato ai concerti.

Il numero degli abbonati a tali piattaforme è infatti aumentato del 33% nei primi sei mesi del 2020, continuando a registrare un trend di crescita anche nei mesi successivi, aumentando da un lato gli introiti per artisti e case discografiche e, dall’altro, mantenendo vivo e attivo un mercato altrimenti bloccato sotto il peso di decreti e altre misure resesi necessarie per contrastare la pandemia da Covid-19.

Streaming estate 2021: quali sono i brani più ascoltati

L’estate è la stagione dell’allegria e del divertimento, soprattutto in un periodo come quello attuale in cui prevale la voglia di lasciarsi alle spalle un difficile inverno. È inevitabile, dunque, che a comandare la classificare degli streaming musicali in Italia siano i brani più freschi e movimentati, forse poco impegnativi ma sicuramente in grado di coinvolgere il pubblico.

Ecco allora la verve dei giovani artisti lanciati dai talent show, croce e delizia per gli amanti della musica a 360 gradi. A dominare in questi mesi sono infatti due volti di Amici di Maria De Filippi, ossia Sangiovanni e Aka7Even, amati dalle ragazzine ma non solo, con i brani Malibù e Loca, che hanno letteralmente segnato le nostre giornate, dal mare alle uscite serali.

Tra le canzoni più ascoltate non poteva però mancare il tormentone da social Mille, in cui Fedez e Achille Lauro fanno da contorno all’orecchiabilissimo ritornello cantato dalla sempre verde Orietta Berti, così come allo stesso modo si fa notare nelle classifiche un altro pezzo basato sul sodalizio tra due artisti “giovani” e una colonna della musica italiana, ossia Toy Boy cantato da Colapesce, Dimartino e Ornella Vanoni. Qui è soprattutto l’ironia a farla da padrona, in una romantica atmosfera vintage basata su un ritmo di bossanova.

Anche il rap e la trap sono in ottima forma, come dimostrano i piazzamenti tra i primi posti delle classifiche di nomi come Blanco & Sfera Ebbasta, con Mi fai impazzire, e J-Ax e Jake La Furia con Salsa, mentre il mix tra nuove sonorità e cantautorato trova massima espressione nella penna e nella voce di Madame, che con la sua Marea ha catalizzato l’attenzione di milioni di ascoltatori in tutta la penisola.

Immancabili in questo periodo dell’anno sono, infine, alcuni nomi che potremmo quasi definire “stagionali”, come Takagi e Ketra in collaborazione con Giusy Ferreri, Rovazzi stavolta in featuring con Eros Ramazzotti e Irama.

Insomma, musica per tutti i gusti che ci ha fatto ballare, sorridere e, perché no, dimenticare per un po’ le difficoltà vissute negli scorsi mesi!

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni 16204 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: [email protected]