Sting live a Roma: recensione e scaletta

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

È stata piena di sorprese la scaletta della prima data di Sting in Italia, all’Auditorium Parco della Musica di Roma. L’ex-frontman dei Police ha naturalmente dato fondo al repertorio della sua storica band, ma qua e là ha inserito delle chicche eccezionali.

Due in particolare i momenti da sottolineare con circoletto rosso, entrambi figli della recente tournée con Peter Gabriel: la cover di Shock the Monkey e la formidabile intro di Message in a Bottle, già vista nelle date precedenti. Sting ha infatti intonato i celeberrimi versi di Dancing with the Moonlit Knight dei Genesis:

“Can you tell me where my country lies, said the unifaun to his true love’s eyes

It lies with me cried the queen of maybe, for her merchandise he traded in his prize”

Scaletta concerto Sting Roma  27-7-2016

Al link sopra l’archivio storico delle scalette dei concerti di Sting

LEGGI ANCHE  Scaletta Massimo Ranieri a Milano-Arcimboldi, 16 febbraio 2024

Every Breath You Take
If I Ever Lose My Faith in You
Mad About You
Driven to Tears
Shock the Monkey
Invisible Sun
Dancing with the Moonlit Knight/Message in a Bottle
Fields of Gold
The Hounds of Winter
So Lonely
When the World Is Running Down, You Make the Best of What’s Still Around
Something the Boy Said
Wrapped Around Your Finger
Shape of My Heart
Englishman in New York
Every Little Thing She Does Is Magic
Roxanne / Ain’t no Sunshine

BIS

LEGGI ANCHE  Nuovi singoli: Sting - One Fine Day (video)

Desert Rose
Next to You

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

About Luca Landoni 20683 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it