RDS: Danny Virgillo e Filippo Ferraro, la coppia della notte praticamente per-fet-ta!

Partiamo da un presupposto: questo, come tanti articoli di chi scrive, è assolutamente un pezzo di natura soggettiva. Diciamo questo, perché sappiamo che  diversi ascoltatori non apprezzano la politica politica che vede sempre più speaker provenienti dall’Academy di RDS o dal mondo dello spettacolo,  a discapito di qualche voce storica persa negli ultimi anni o “retrocessa” al weekend.

Sta di fatto che da un paio di settimane la coppia della notte di RDS – dalle 01:00 alle 05:00 dal lunedì al venerdì – è quella formata dall’ex Kiss Kiss Danny Virgillo, padrone di casa da un annetto, e dall’ultimo trionfatore del talent, Filippo Ferraro. E, lo diciamo con una certa spudoratezza, la riteniamo praticamente perfetta. Era dai tempi di Giuseppe (oggi DJ) e Albertino, bellissimi finché sono durati, che non ci capitava di appassionarci ad un duo radiofonico.

E ciò vale soprattutto perché stiamo elogiando un prodotto trasmesso da una radio di flusso, sconfessando in parte le nostre convinzioni (dettate al 99% dalla passione per il mezzo ed all’1% da conoscenze specifiche dello stesso) in fatto di palinsesti. Danny e Fil sono assolutamente complementari. Il primo ha una voce calda, accogliente e rilassante; il secondo porta quel pizzico di brio ed ironia in più.

Ne nasce un binomio adatto sia per chi vuole farsi accompagnare nella notte lasciandosi andare, sia per chi – come chi guida ad esempio –non può perdere l’attenzione e la concentrazione. Se durante il giorno preferiamo una radio con contenuti meno convenzionali, magari più “urlati” ed al limite del fuorigioco, di notte riteniamo – stimando comunque tutti coloro che provano a non affidarsi alle repliche della giornata precedente – un intrattenimento capace di “coccolarci” suscitando comunque il nostro interesse, anche se si tratta di un normalissimo programma che  poggia sul “solito” tema della puntata; tema della puntata che viene trattato – fino all’ultima ora dedicata alle segnalazioni meteo degli ascoltatori con le note audio – col giusto mix fra leggerezza e approfondimento nell’interazione con chi interviene in onda.Un unico appunto per Filippo: apprezziamo il tentativo, ma il neologismo “Buongiornotte” è oggettivamente deplorevole .

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 1228 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".