PFM in Tour: biglietti, date concerti, scaletta e biografia

Seguici su Whatsapp - Telegram

La PFM (Premiata Forneria Marconi) anche nel 2023-2024 tornerà in tour con una serie di concerti che Franz Di Cioccio e compagni dedicheranno in parte alla storica collaborazione con Fabrizio De Andrè, e in parte al repertorio della band. Vediamo insieme il calendario date e dove comprare i biglietti della tournée della band arrivata oltre il cinquantennale della sua attività iniziata nel 1972. L’attuale formazione della PFM è: Franz Di Cioccio (voce e batteria), Patrick Djivas (basso), Lucio Fabbri (violino, seconda tastiera, cori), Alessandro Scaglione (tastiere, cori), Marco Sfogli (chitarra, cori), Eugenio Mori (seconda batteria), special guest: Luca Zabbini.

Discografia Pfm

1972 – Storia di un minuto
1972 – Per un amico
1973 – Photos of Ghosts
1974 – L’isola di niente
1974 – The World Became the World
1975 – Chocolate Kings
1977 – Jet Lag
1978 – Passpartù
1980 – Suonare suonare
1981 – Come ti va in riva alla città
1984 – PFM? PFM!
1987 – Miss Baker
1997 – Ulisse
2000 – Serendipity
2005 – Dracula Opera Rock
2006 – Stati di immaginazione
2017 – Emotional Tattoos
2021 – Ho sognato pecore elettriche/I dreamed of electric sheep

PFM – Concerti  2024

PFM canta De Andrè – Anniversary

LEGGI ANCHE  Scaletta PFM a Reggio Emilia, 19 dicembre 2023

10 maggio 2024 Mantova – PalaUnical
17-18 maggio 2024, ore 21:00, Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia, Roma
20 maggio 2024 21:30 Bologna – teatro EuropAuditorium
21 maggio 2024, ore 21:00, Teatro Carlo Felice, Genova

Tour estivo

28 giugno PIACENZA Palazzo Farnese
03 luglio TRANI Piazza Duomo
04 luglio CASERTA Belvedere di San Leucio
09 luglio ARGENTA Delizia Estense di Benvignante
04 agosto MELPIGNANO Palazzo Marchesale
06 agosto SERAVEZZA Palazzo Mediceo
08 agosto ARENZANO Villa Figoli des Geneys
10 agosto ROCCELLA JONICA Teatro al Castello
21 agosto OSTUNI Foro Boario
03 settembre 2024 VICENZA Piazza dei Signori
04 settembre MACERATA Arena Sferisterio

Biglietti PFM Ticketone

I biglietti del Tour della PFM si trovano in vendita su Ticketone e in tutti i punti autorizzati abituali. Sono attualmente disponibili e li trovate qui.

Scaletta PFM

Scaletta 2022

Mondi paralleli
Umani alieni
Il respiro del tempo
Transumanza jam
Impressioni di settembre
Photos of Ghosts
Il banchetto
Dove… quando…
La carrozza di Hans
Cyber Alpha
Harlequin
Promenade the Puzzle
Romeo e Giulietta: Danza dei cavalieri
Mr. 9 Till 5
Violin Jam / William Tell overture
Celebration

LEGGI ANCHE  Scaletta PFM a Modena, 15 aprile 2024

Volta la carta
Il pescatore

Scaletta 2019

Bocca di rosa
La guerra di Piero
Andrea
Un giudice
Rimini
Giugno ’73
L’infanzia di Maria
Il sogno di Maria
Maria nella bottega del falegname
Il testamento di Tito
La canzone di Marinella
Zirichiltaggia
Volta la carta
Amico fragile

Il pescatore
Celebration / Impressioni di settembre

La carrozza di Hans

Bio e Storia della PFM

La Premiata Forneria Marconi, conosciuta come PFM, è una band italiana di rock progressivo fondata a Milano nel 1970. Il gruppo è considerato uno dei più importanti e influenti della scena rock italiana, con una carriera lunga e ricca di successi.

La PFM nasce dall’incontro di alcuni musicisti provenienti da diverse esperienze musicali: Franz Di Cioccio (batteria), Franco Mussida (chitarra), Flavio Premoli (tastiere) e Giorgio Piazza (basso). Il nome del gruppo deriva da una pasticceria situata vicino alla sala prove di Milano.

Nel 1971 la PFM pubblica il suo primo album, “Storia di un minuto”, che ottiene un grande successo di critica e pubblico. L’album è caratterizzato da un suono innovativo che mescola rock progressivo, jazz e musica classica. Il disco contiene due canzoni leggendarie: Impressioni di Settembre e il semi-strumentale Celebration, ovvero la trasposizione della tarantella in chiave rock.

Nel 1973 la PFM pubblica il suo capolavoro, “L’isola di niente”. L’album è un concept album ispirato al romanzo “Il giardino dei Finzi-Contini” di Giorgio Bassani. L’album è un grande successo di critica e pubblico e rappresenta una pietra miliare del rock progressivo italiano. Il successivo tentativo di sfondare anche all’estero, rappresentato principalmente da “Chocolate Kings” (1975) e “Jet Lag” (1977) oltre che da Photos of Ghosts, dopo un iniziale successo, si arena quando la partecipazione della band a un concerto di sostegno alla Palestina costa il “ban” dagli USA.

LEGGI ANCHE  Scaletta PFM a Trieste, 2 gennaio 2024

Nel 1978 arriva poi il grande progetto live con Fabrizio De Andrè, che rappresenta uno dei momenti più alti nella storia della PFM, e che tuttora viene riproposto live da Di Cioccio e soci.

Gli anni 80 con il calo di interesse per il prog costringe il gruppo a reinventarsi, ottenendo comunque diversi successi come Si Può Fare e Chi ha paura della Notte? Il seguito di culto coltivato dalla band fa sì che ogni concerto sia una festa e la Pfm pur senza più la presenza di Franco Mussida, ritiratosi dall’attività live, continua a fare tour faraonici alternando il suo repertorio a quello suonato con De Andrè.

Seguici su Whatsapp - Telegram

About Andrea Izzo 4371 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.