Marie, l’esordio solista di Rachele Bastreghi: recensione

Il timbro sensuale, attraente e passionale è quello di sempre. Anche l’aria cupa, ‘nera’ e melanconica è rimasta intatta. L’EP Marie racchiude in sette brani tutta la dolcezza di Rachele Bastreghi, che al suo esordio discografico solista omaggia i canzonieri francesi e gli anni Settanta. Una raccolta di atmosfere tenebrose che seguono la scia dell’ultimo lavoro dei Baustelle, Fantasma, ma che si tingono di un’aura totalmente femminile.

Tutto è iniziato da Mon peti ami du passé, brano scritto per la fiction Rai Questo nostro amore 70, in cui la cantautrice partecipa a un episodio nel ruolo della chanteuse Marie. Si è costruita una sorta di alter ego, Rachele. Un doppio che le permette di esprimere le sue più viscerali emozioni, di parlare di amori perduti, viaggi e ricordi struggenti. Tutto ruota attorno al tema amoroso, descritto da pennellate al pianoforte e sonorità che ricordano quelle degli chansonniers anni Settanta. Un fil rouge che si rafforza anche nella lingua: il francese compare sia in Mon peti ami du passé che in Folle tempesta, brano in cui i cori e la melodia si avvicinano molto alla Rachele dei Baustelle.

LEGGI ANCHE  Uscirà il 15 dicembre il singolo Mon petit ami du passé di Rachele Bastreghi dei Baustelle

C’è anche l’Italia in Marie. Almeno quella musicale, rappresentata da All’inferno insieme a te, cover di Patty Pravo – al flauto c’è Mauro Pagani – e Cominciava così degli Equipe 84, uno dei gruppi della sua infanzia.

Parole e musica si bilanciano all’interno di tutto l’EP. Tra lirismo e suoni più contemporanei, la ‘sciantosa’ Bastreghi si rinnova e dimostra una personalità autoriale definita e riconoscibile. Un viaggio di andata e ritorno iniziato con Senza essere – brano in cui archi e piano fanno da cornice perfetta per le scale vocali – e concluso con una traccia strumentale, che soffia all’orecchio i toni gravi e la sofferenza che trapuntano i testi. Marie è la colonna sonora per la nostalgia di un vissuto, che si traduce in un afflato limpido, nel “sapore di un cielo sfumato”.

LEGGI ANCHE  Uscirà il 15 dicembre il singolo Mon petit ami du passé di Rachele Bastreghi dei Baustelle

Daniele Sidonio

Marie 2015 Rachele Bastreghi | tracklist

1. Senza essere
2. Folle tempesta
3. All’inferno insieme a te
4. Mon peti ami du passé
5. Il ritorno
6. Cominciava così
7. Folle tempesta (strumentale)

Commenti Facebook

commenti