m2o: iniziata la transizione verso radiom2o. DJ Osso: “Noi il Leicester della radiofonia”

Oggi è iniziata la fase transitoria che porterà la m2o che gli ascoltatori hanno amato in questi 17 anni, a diventare tra due settimane la “radiom2o” di Albertino.

Per ora il palinsesto prevede tanta “Musica non stop” più le conduzioni de “La Mario”, Patrizia Prinzivalli,  Don Cash e Federica Elmi.

Intanto, la “nuova” m2o sta già prendendo piede. Il nuovo claim, “Deejay Station” sta già pian piano prendendo l posto di “Radio allo stato puro”, come dimostra questa foto che abbiamo recuperato sui social:

Ma c’era attesa anche attesa per l’annuncio promesso nella giornata di ieri da DJ Osso che attraverso i suoi “assistenti” ha ufficializzato l’addio anche di “A Qualcuno piace happy”, “Happy Edition” e “Dual Core Anni 80“: “Da oggi non sarò più su m2o. Sono solidale con tutti i colleghi, che hanno perso il lavoro e hanno famiglia, e con chi non ha più nulla e deve ricominciare da zero. Sono fiero di aver fatto parte di una grande squadra. Siamo il Leicester della radiofonia italiana. Il lavoro svolto ha meritato il rispetto degli addetti ai lavori e degli ascoltatori”.

LEGGI ANCHE  Albertino: "Mi scrivono che m2o è una figata. Non volevo musica che si ascolta nei cessi degli autogrill"

Prosegue Osso: “Ho proposto musica usando tutto ciò che gli altri scartano, e  ho coniato la frase: “La musica è come il maiale, non si butta via niente”.  Ringrazio il direttore Fabrizio Tamburini, che mi ha lasciato libero di esprimere le mie idee,  i miei colleghi,  che sono i più forti del mondo. Ringrazio voi ascoltatori per avermi spinto ad esplorare nuove forme di musica”.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 1835 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".