Luca Casciani, il politicamente scorretto ma umanamente ed intellettualmente corretto

Seguici su Whatsapp - Telegram

Venerdì scorso, durante l’ultima puntata settimanale di “Giorno per Giorno Cor Veleno”, il conduttore di RTR 99 Luca Casciani, con l’abituale ironia che dovrebbe essere conosciuta da chi lo ascolta, fa una battuta che ad alcuni ascoltatori non va giù: “Totti è importantissimo all’interno del Grande Raccordo Anulare”.

Arrivano messaggi durante la diretta, ed evidentemente il tono di questi degenera via via, tanto che – probabilmente – il conduttore cambia la scaletta in corsa. Abbiamo più volte parlato di come in “Cor veleno corve” venga trattato con riguardo il tema della disabilità.

Casciani parla di Mattia, bambino di 9 anni che non parla, non vede, è nato prematuro, è affetto da una paralisi cerebrale infantile con tetraparesi spastica. E’ farmaco-resistente, ed è disfagico da quando aveva 4 anni e mangia e beve tramite la PEG. Ciononostante, il bambino è riuscito a stabilire un rapporto con i genitori. Ma a scuola, l’assistenza gli è negata da 3 anni.

LEGGI ANCHE  Radio Deejay, la 50 Songs del 6 luglio 2013: Naughty Boy il più suonato

Qui, il conduttore dà il meglio di sé: “Per famiglie come questa io pretendo risposte da parte di un Governo, e non mi interessa da chi è composto il Governo”. E poi arriva l’affondo per sottolineare la leggerissima differenza tra questo argomento, questa notizia, ed i messaggi di reazione alla battuta su Totti: “Saranno arrivati cinquanta messaggi a difesa di Francesco Totti. Dieci sono carini e 40 di idioti. Insultate me e la mia squadra. Quanto potete essere poveri mentalmente? Una battuta vi porta a prendere il cellulare per insultarmi personalmente. Cosa avete nella testa? Mandate insulti personali col vostro cellulare. Vi ho parlato di questo bambino, e se voi che mi avete mandato messaggi pesantissimi non avete le p…e di indignarvi per questa cosa, allora andate tutti a fancu….perché siete ascoltatori de me…e io ascoltatori così non li voglio“.

All’interno dello stesso blocco si parla anche dell’amore che provano i genitori per figli con disabilità importanti: “Un amore superiore, qualcosa che io non provo nei riguardi dei miei figli“. 

Casciani è un elemento che va ascoltato senza pregiudizi, per cogliere il suo essere politicamente scorretto, ma anche umanamente ed intellettualmente corretto. Qui trovate la puntata del 28 ottobre.

LEGGI ANCHE  Party Like a Deejay: data e biglietti

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

 

Seguici su Whatsapp - Telegram

About Stefano Beccacece 4492 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".