Kula Shaker Tour Italia: biglietti, date concerti, scaletta e biografia

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

I Kula Shaker, gruppo musicale britannico che propone un rock psichedelico con ventaure anni 60, hanno pubblicato quest’anno il nuovo album Natural Magick, e lo promuoveranno con un tour europeo che passerà anche dall’Italia. Vediamo insieme date e dove comprare i biglietti della tournée della band.

Discografia Kula Shaker

1996 – 2K
1999 – Peasants, Pigs & Astronauts
2002 – Kollected
2007 – Tattva: The Very Best of Kula Shaker
2007 – Strangefolk
2010 – Pilgrims Progress
2016 – K 2.0
2022 – 1st Congregational Church Of Eternal Love And Free Hugs
2024 – Natural Magick

Kula Shaker in Italia nel 2024

13 maggio Alcatraz di Milano
14 maggio Orion Club di Roma

Biglietti Kula Shaker Ticketone

I biglietti del nuovo tour dei Kula Shaker si trovano in vendita su Ticketone e in tutti i punti autorizzati abituali. Sono attualmente disponibili e li trovate qui.

LEGGI ANCHE  Scaletta Kula Shaker a Roma-Orion, 14 maggio 2024

Scaletta Kula Shaker

Scaletta 2024

Gaslighting
Hey Dude
Waves
Natural Magick
Indian Record Player
Chura Liya (You Stole My Heart)
Infinite Sun
Happy Birthday
Start All Over
Grateful When You’re Dead / Jerry Was There
Bringing It Back Home
Shower Your Love
Idon’twannapaymytaxes
F-Bombs
303
Tattva
Hush

Govinda
Groove Is in the Heart

Scaletta Ferrara 2023

Hey Dude
Sound of Drums
Gaslighting
Infinite Sun
Whatever It Is (I’m Against It)
Waves
Grateful When You’re Dead / Jerry Was There
Natural Magick
Shower Your Love
2STYX
Narayana
Tattva
Hush

Gokula
Govinda

Scaletta 2022

Hey Dude
Sound of Drums
Infinite Sun
Whatever It Is (I’m Against It)
Grateful When You’re Dead / Jerry Was There
Gingerbread Man
Farewell Beautiful Dreamer
Gokula
Into the Deep
Mystical Machine Gun
Gimme Some Truth
Narayan
The Once and Future King
303
Tattva
Hush

LEGGI ANCHE  Meshuggah Tour Italia: biglietti, date concerti, scaletta e biografia

Great Hosannah
Govinda

Bio e Storia dei Kula Shaker

I Kula Shaker sono una band britannica famosa per la loro fusione unica di rock psichedelico anni ’60 e ’70 con influenze orientali, in particolare della cultura e musica indiana.

Origini e significato del nome 

La storia dei Kula Shaker inizia a fine anni ’80. Sebbene la formazione definitiva arrivi nel 1993, già nel 1988 Crispian Mills, frontman del gruppo (figlio dell’attrice Hayley Mills), insieme al bassista Alonza Bevan, muove i primi passi con la band “Objects of Desire”. Il nome “Kula Shaker” compare solo in seguito e si rifà a Kula Sekhara, imperatore indiano del IX secolo. Questa scelta sottolinea fin da subito la passione del gruppo per la cultura orientale che caratterizzerà la loro musica.

La storia della band

Formatisi a Londra nel 1994, i Kula Shaker ottengono presto un contratto con la Columbia Records. Il loro sound è innovativo e si discosta dal Britpop dell’epoca. Mescolano sapientemente sonorità rock tipicamente occidentali con strumenti tradizionali indiani come sitar, tambura e tabla. Il singolo “Grateful When You’re Dead”, dedicato a Jerry Garcia dei Grateful Dead, entra nella Top 40 britannica e li lancia verso il successo. L’album di debutto “K” (1996) è un trionfo e li porta a quattro nomination ai Brit Awards del 1997. Diventano un vero e proprio fenomeno musicale.

LEGGI ANCHE  Kula Shaker live a Campovolo: la scaletta del concerto

Scioglimento e ritorno

Purtroppo, dopo due album di successo, nel 1999 la band si scioglie. Crispian Mills prosegue con altri progetti musicali, tra cui i The Jeevas. Tuttavia, nel 2006 avviene la reunion. I Kula Shaker tornano sulle scene e pubblicano nuovi album, pur senza replicare il successo iniziale. Il seguito di culto raccolto negli anni tuttavia, consente loro di organizzare tour di grande successo e di pubblicare nuovi album nel 2022 e 2024 (Natural Magick).

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

About Andrea Izzo 4371 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.