Il leader rivendica la capacità dello Zoo di 105 di cambiare pelle: “Se io non sono preoccupato, perché lo siete voi?”

In un ulteriore video,il conduttore dello Zoo di 105 -Marco Mazzoli – ha chiesto agli ascoltatori: “C’è mai stata una stagione dello Zoo senza drammi? Lo Zoo non è lo stesso ogni volta? Meno male”.

Così il fondatore difende con orgoglio la capacità del programma di cambiare pelle, e forse c’è da credergli dato che il programma è rinato persino nel 2011, quando lui stesso aveva vissuto un periodo di sconforto, e i primi mesi erano stati piatti. E’ stato sufficiente aspettare.

Continua Mazzoli: “Lo Zoo non è mai stato la stessa cosa, altrimenti non durerebbe da più di vent’anni. Tutto inizia e tutto finisce, per durare devi fare cambiamenti costanti. Ho dimostrato che questo metodo funziona”.

Poi, la parte ‘economica’: “E’ stato un anno drammatico, Le aziende hanno dovuto tagliare, e lo smart working ha fatto pensare che si può ottenere lo stesso risultato risparmiando. Tanti ruoli sono saltati, e abbiamo cercato dei tagli intelligenti per evitare drammi. Spyne è stato spostato in un altro programma (al momento Music and Cars, ndr).

A me spiace che alcuni se ne vadano, ma ne arriveranno altri. Come abbiamo fatto? Noi collaboratori (non assunti) abbiamo rinunciato a una fetta di stipendio. Quindi l’azienda ha risparmiato e può usare due elementi validi dello Zoo per altre cose,  Hanno vinto tutti, a parte noi. Lo abbiamo fatto per il bene del programma. Lasciateci lavorare. Se io non sono preoccupato, perché lo siete voi?”

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2595 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".