Il concerto di Milano di David Guetta: recensione

Ieri sera 1 febbraio 2013 al Padiglione 1 di Rho Fiera Milano è andato in scena l’atteso concerto di David Guetta (che stasera replicherà a Roma).

Prima di lui però si esibiscono i Daddy’s Groove, con un djset di una 40ina di minuti e come punta il remix di “Someone Like You” di Adele, molto apprezzato.

Arriva poi (molto tardi) l’istrionico Guetta che parte sparato con “Titanium” e “She Wolf“. Il francese giustifica il ritardo con un malore; che sia vero o no il pubblico perdona tutto, rapito da uno spettacolo visivo davvero notevole, con il dj posto in mezzo a due megaschermi che proiettano nomi e immagini di vario tipo, dando ampio risalto all’ultimo lavoro di Guetta: “Nothing But The Beat”.

LEGGI ANCHE  La canzone inno di Euro 2016 cantata da David Guetta e Zara Larsson (testo e video)

Si balla a ritmi forsennati per più di un’ora e mezza, e si capisce che il protagonista dello spettacolo sta facendo di tutto per farsi perdonare. Missione riuscita, anche se con rammarico notiamo che poco spazio è stato lasciato ai grandi classici della sua produzione e gran parte del materiale è nuovo.

E stasera si replica a Roma!

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni 14260 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it