Frank Ciccio e Chiara non sono in onda su Deejay: la conduttrice ha avuto un problema di salute

La scorsa settimana su Radio Deejay il trio  Frank  Ciccio e Chiara non è andato in onda su Radio Deejay. Tant’è vero che l’ora tra le 16:00 e le 17:00 è stata ripresa da “Summer Camp”.

Il motivo sta in un problema avuto domenica da Chiara Galeazzi; una situazione non di poco conto, dato che si è trattato di un’emorragia cerebrale.

Lei stessa ha raccontato la propria situazione attraverso un post: È domenica pomeriggio, sto guardando sul divano un video in cui c’è uno che mi sta sul cazzo. A un certo punto inizia a formicolarmi il braccio sinistro e mi dico, “Ok, è un attacco di panico”, sento Francesco e alcuni amici, e tutti convinti ci ripetiamo che è un attacco di panico. Piango, respiro e intanto penso “Strano però, non sento tachicardia o senso di morte”. Quando arriva l’amico con lo Xanax prendo qualche goccia e aspetto che passi il panico sdraiata sul divano, perché nel frattempo le gambe non mi reggono bene. I miei amici first responder dicono “chiamiamo l’ambulanza per star tranquilli, tanto che sarà mai?”.
Beh, era un’emorragia celebrale, nel lato destro, in un punto dove si regola il movimento e la sensibilità, per questo il mio braccio e la mia gamba sinistra si muovono male e formicolano (come se ci avessi dormito sopra ore). Ora sono a Niguarda in neurologia in attesa di andare in riabilitazione a reimparare a camminare (cit.) e di scrivere con due mani questa storia piena di cose incredibilmente buffe.

Al momento non è certa la causa, sono state escluse cose gravi e ci sono già miglioramenti. Voglio ringraziare il mio amato @cicciolancia che gli infermieri chiamano “il bodyguard”, i miei genitori, i miei amici e tutte le persone con cui stavo lavorando in questo periodo, in particolare la famiglia di @radiodeejay@francescofranklotta@stefisacci e @russoff per tutte le carinerie e la preoccupazione. Vi spoilero già due cose che ho imparato: 1. non dovete guardare la gente che vi sta sul cazzo online perché poi vi scoppia il cervello; 2. cagare sdraiati: due cose belle che unite ne fanno una difficilissima. E PAGATE GLI INFERMIERI MILIONI DI EURO AL MINUTO SANTO CIELO”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Galeazzi (@chialerazzi)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 3237 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".