Festival di Sanremo: Gianni Morandi non sarà squalificato, ecco perché

Non è passato neanche un mese dall’annuncio delle canzoni in gara al Festival di Sanremo 2022 che dobbiamo già fare i conti con una possibile esclusione. A rischiare la squalifica è Gianni Morandi a causa di un video pubblicato sui social network.

Così come successo l’anno scorso a Fedez, poi “perdonato” e regolarmente in gara, anche Gianni Morandi è stato tradito da quei social che tanto ama usare. Infatti, il celebre cantante ha pubblicato nella mattinata di martedì 4 gennaio un video girato in studio nel quale, insieme al dj Mousse T (produttore del pezzo e direttore d’orchestra del cantante all’Ariston), raccontava il brano Apri tutte le porte che avrebbe dovuto cantare sul palco dell’Ariston.

A questo punto, l’uso del condizionale è d’obbligo poiché in questo video, di sottofondo, si sentiva chiaramente gran parte del brano in questione, compreso il ritornello. Il video è stato prontamente rimosso ma il danno ormai era fatto: la clip è stata visualizzata e condivisa da altri utenti.

Come sappiamo, il regolamento del festival non consente di far ascoltare un brano prima che questo sia stato ufficialmente portato in gara e, di conseguenza, il rischio di una squalifica è probabile. Tuttavia, il caso Fedez dello scorso anno (quando in una Storia di Instagram fece involontariamente ascoltare un piccolo spezzone di Chiamami per nome), fa ben sperare e Amadeus potrebbe graziare anche Morandi.

Non ci rimane che attendere comunicazioni ufficiali da parte del celebre conduttore e direttore artistico del festival, sperando di poter regolarmente vedere Gianni Morandi sul palco dell’Ariston.

Gianni Morandi non sarà squalificato: le motivazioni

La Rai ha annunciato con un comunicato che il cantante non sarà squalificato. Ecco il motivo. “In merito alla diffusione involontaria del brano di Gianni Morandi, in gara al 72mo Festival della Canzone di Sanremo, la Direzione artistica in accordo con Rai1 non ritiene di dover escludere la suddetta canzone perché si è trattato di un puro inconveniente tecnico, dovuto alla necessità di Morandi di portare un tutore alla mano destra che ha subito diversi interventi a seguito dell’incidente occorsogli alcuni mesi fa”.

Diciamo che la motivazione fa un po’ ridere. Amadeus e il suo staff hanno cercato disperatamente un cavillo per non procedere. In ogni caso, anche se il regolamento di fatto non è stato applicato, siamo contenti che Morandi rimanga concorrente.

About Andrea Izzo 3952 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.