Colibrì: video, testo e significato del nuovo singolo di Cesare Cremonini

Cesare Cremonini ha annunciato il suo ritorno discografico con un nuovo album, intitolato La ragazza del futuro, che uscirà a fine febbraio del 2022. Ad anticiparne l’uscita è Colibrì, il primo singolo estratto disponibile su tutte le piattaforme digitali e in rotazione radiofonica dal 1° dicembre.

Cesare Cremonini – Colibrì Video ufficiale

Colibrì, accompagnato dal video ufficiale diretto da Luigi Ceccon, è in uscita alla mezzanotte di mercoledì 1 dicembre.

Cesare Cremonini – Colibrì (Testo)

Nei tuoi occhi una seconda luna
forse proprio quella da cui vieni tu
Provo un atterraggio di fortuna
Per non cadere giù

Colibrì, seguivi un Colibrì
Ti ha portato dalla giungla a una metropoli
Colibrì, seguivi un Colibrì

Sai anche a me cadere fa paura
Però noi siamo qui

Lo sai, che come un sole ti seguirei
Verso cieli più limpidi
Ora tu cosa immagini
Se ti dico vorrei farti volare fra gli alberi
In mezzo ai fiori bellissimi
Per poter essere liberi

Come Colibrì
seguivi un Colibrì
Ti ha portato da una giungla a una metropoli

Fermo in mezzo al traffico stasera
Abbasso il finestrino per guardare su
Passa in mezzo al cielo una cometa
Va be’, so che eri tu

Colibrì, seguivi un Colibrì
Ti ha portato dalla giungla a una metropoli

Colibrì, seguivi un Colibrì
Credimi, seguivi un Colibrì

Sai, che come un fiume ti seguirei
Verso mari più limpidi
Ora tu cosa immagini
Se ti dico vorrei farti volare fra gli alberi
In mezzo ai fiori bellissimi
Per poter essere liberi, liberi

Prendi le mie mani nel buio
Portami lontano dove sai tu
Quando ho immaginato il futuro
C’eri tu

Vedrai un’altra città
Correre davanti a te
Sarai confusa ma…
Sembrerà tutto possibile
Sembri nata per sorridere

Lo sai che anch’io vorrei volare fra gli alberi
In mezzo ai fiori bellissimi
Come un Colibrì
Colibrì (poter essere liberi)
Colibrì

Cesare Cremonini – Colibrì (Significato)

Il testo di Colibrì può essere definitivo una poesia che si appoggia su una base pop. La scrittura è profondamente cantautorale e, parola dopo parola, l’ascoltatore intraprende una viaggio interiore dentro a un universo fatto di purezza, natura e libertà.

Così come ha raccontato Cremonini, Colibrì parla dell’avversarsi di una profezia: “In questo senso, per me, è un’opera di fantascienza più che una canzone sull’attualità, un’esperienza musicale legata all’intero album, più che una semplice hit. Si esprime con un linguaggio garbato e immaginifico perché è nella gentilezza della poesia che individuo la mia idea di futuro. Per questo motivo ho scelto “Colibrì” come porta di entrata del nuovo progetto. La mia prima pagina di un viaggio nel domani che comincia oggi. Nella canzone non spiego quel è accaduto come farebbe un cronista, ma ciò che ho avvertito come imminente. Interpreto il sentimento che ci vede tutti in attesa di qualcosa, di un colpo di reni della fortuna. Il mistero della creazione per me sacro e inspiegabile è l’unica risposta che si possa dare allo strapotere delle macchine e della tecnologia”.

About Andrea Izzo 4042 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.