Vivere tutte le vite: video ufficiale, testo e significato del nuovo singolo di Elisa e Carl Brave

Nuovo singolo per Elisa che torna con Vivere tutte le vite. In realtà non si tratta di un inedito poiché il brano lo avevamo già ascoltato all’interno di Diari aperti, l’ultimo disco della cantante. Tuttavia, la canzone viene proposta in una nuova versione rispetto all’originale arricchita dalla presenza del rapper Carl Brave, recentemente salito alla ribalta con diverse interessanti produzioni.

Elisa e Carl Brave – Vivere tutte le vite Video ufficiale

Elisa e Carl Brave – Vivere tutte le vite (Testo)

Stesi alla luce del giorno
Con gli occhi annegati nel mondo
Senza più malinconia che mi porti via
E neanche l’idea
Non c’è niente che cambierei
Ci stavo già pensando da un po’
Da quando non mi importa più
Di quello che non ho, che non ho
E non voglio vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo
Vincere tutte le volte, esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
E non sapere mai cos’è una fine
Vedere ogni limite farsi più sottile
Sempre più deboli le mie paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove

(Carle Brave)
E t’ho beccato in quel baretto semi vuoto
E ti spizzavo in mezzo ai fianchi di un barolo, ehi
Non mi hai guardato ma mi hai visto e manco poco
Caccio un piccione con un mezzo calcio a vuoto
Poi ti parte un fuorigioco, rubo un bacio e te lo porto
Lei dice è fuoricorso, beve a goccio un po’ di Moscow Mule
In radio c’era posso, posso, posso, posso
Ti metterei duecentomila like a quella foto
Corso Trieste, piccola peste
C’hai 18 anni, CBCR
Fisso una crema il tuo dialetto è di Cremona
Si abbina bene bene a quello mio di Roma
Le faccio un fischio, non squilla e scende
Mi prende in giro, fa gne gne gne gne
Andiamo al sushi e tu ti mangi gli edamame
Io che so’ andato pe’ una vita a amatriciane
Spero che se appare il privato sul cellulare
Rispondi tu

E non voglio vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo
Vincere tutte le volte, esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
Vedere ogni limite farsi più sottile
Sempre più deboli le mie paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia
Lo sai cos’è
È che non c’è niente da perdere (lo sai cos’è, lo sai cos’è)
E troppo più grande di te
La devi prendere
Un po’ così com’è (così com’è, così com’è)
E non voglio vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo
Vincere tutte le volte, esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
Vedere ogni limite farsi più sottile
Sempre più deboli le mie paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove

Elisa e Carl Brave – Vivere tutte le vite (Significato)

Nonostante un testo in parte completamente rivisitato, Vivere tutte le vite mantiene forte il suo significato: la bellezza della propria fragilità. Infatti, Elisa nella prima e nell’ultima parte del brano canta a più riprese di non voler fare tutte quelle cose che siamo soliti dire, come viaggiare e vedere posti nuovi.

Vuole una vita fatta anche di paure, di cadute e piena di leggerezza (“E non voglio vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo. Vincere tutte le volte, esser sempre forte. Uscirne senza graffi sulla pelle
E non sapere mai cos’è una fine. Vedere ogni limite farsi più sottile. Sempre più deboli le mie paure. Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove“).

Come spiegato dalla stessa cantante, Vivere tutte le vite vuole essere anche una riflessione sui social network, uno strumento potente ma sul quale, troppo spesso, tendiamo a mostrare solo una facciata della nostra vita, a farci vedere sempre forti e felici, anche quando non è affatto così solo per cercare di piacere e avere riconoscimenti.

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo 3056 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.