Video Sanremo: Modà. Se si potesse non morire | Come l’acqua dentro il mare

La seconda serata del Festival di Sanremo 2013 parte con uno dei gruppi favoriti alla vittoria finale, i Modà, che già ricordiamo secondi in una passata edizione con Emma Marrone.

Il primo brano è Se si potesse non morire. La voce di Kekko quando si alza in acuto ricorda Federico Facchinetti dei Pooh, che sembrano aver ispirato la canzone. Il senso musicale del pezzo mi sfugge completamente, sembra quasi un pretesto per urlacchiare qualcosa alla platea. Anche il testo pare alquanto banale, mah…. con questo non vincono sicuro, vediamo il secondo.

Come l’acqua dentro il mare. Uno sproloquio lungo 3 minuti e passa, musicalmente trascurabile per non dire piatto, e come liriche una sorta di lunghissimo predicozzo. Non ho parole, dai Modà mi aspettavo veramente un pezzo che facesse il botto, o almeno uno su due. Con questi, non vanno da nessuna parte. E povera orchestra di Sanremo, che avrà pure ricevuto lo spartito di questa roba da suonare.

LEGGI ANCHE  Nuove date a ottobre per il Gioia Tour dei Modà

Max Biaggi con gentile consorte Eleonora Pedron annunciano la canzone vincitrice: Se si potesse non morire col 61% di voti.

Segue il video dell’esibizione

Testo Se Si Potesse Non Morire dei Modà


Avessi il tempo per pensare
Un po’ di più alla bellezza delle cose
Mi accorgerei di quando è giallo e caldo il sole
Di quanto è semplice se piove e ti regali una finestra
Solamente per guardare
E per rendere migliore
Tutto mentre fai l’amore
Se avessi solo un po’ più tempo per viaggiare
Frantumerei il mio cuore in polvere di sale
Per coprire ogni centimetro di mare
Se potessi mantenere più promesse
E in cambio avere la certezza
Che le rose fioriranno senza spine
Cambierebbero le cose
T’immagini se con un salto si potesse
Si potesse anche volare
Se in un abbraccio si potesse scomparire
E se anche i baci si potessero mangiare
Ci sarebbe un po’ più amore e meno fame
E non avremmo neanche il tempo di soffrire
E poi t’immagini se invece
Si potesse non morire
E se le stelle si vedessero col sole
Se si potesse nascere ogni mese
Per risentire la dolcezza di una madre e un padre
Dormire al buio senza più paure
Mentre di fuori inizia il temporale
Se si potesse regalare
Un po’ di fede a chi non crede più nel bene
E gli animali ci potessero parlare
Cominceremmo a domandarci un po’ più spesso
Se nel mondo sono loro le persone
Se potessi camminare verso il cielo ad occhi chiusi
Consapevole che non si smette mai di respirare
Cambierebbero le cose
T’immagini se con un salto si potesse
Si potesse anche volare
Se in un abbraccio si potesse scomparire
E se anche i baci si potessero mangiare
Ci sarebbe un po’ più amore e meno fame
E non avremmo neanche il tempo di soffrire
E poi t’immagini se invece si potesse non morire
E se le stelle si vedessero col sole
Se si potesse nascere ogni mese
Per risentire la dolcezza di una madre e un padre
Dormire al buio senza più paure
E poi t’immagini se invece si potesse non morire
E se le stelle si vedessero col sole
Se si potesse nascere ogni mese
Per risentire la dolcezza di una madre e un padre
Dormire al buoi senza più paure
Mentre di fuori inizia il temporale
Mentre di fuori inizia il temporale

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni 15160 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it