Tutto Esaurito: Boris Mantova non perde il piglio giornalistico neanche quando racconta la nascita del figlio

Boris Mantova sarà da considerare – al termine di questa annata radiofonica – una delle voci più importanti, avendo raccontato e chiarito ogni aspetto dell’emergenza legata al Covid-19.

Talvolta – suo malgrado, ovviamente -. è stato chiamato a salire in cattedra quando l’emergenza si faceva drammatica.

I suoi interventi – basati sui fatti, che freneticamente affluivano alcuni mesi fa -.hanno dovuto talvolta mettere in secondo piano la parte “comica” e divertente di Tutto Esaurito, il morning show di Radio 105.

Boris ha la caratteristica di non perdere la professionalità e l’aplomb che gli sono propri, nemmeno quando Marco Gali o la Ciurma tentano di coinvolgerlo in momenti di cazzeggio.

E non abbandona il proprio piglio giornalistico neppure quando racconta la nascita di Claudio Gioele, figlio suo e di Noemi, usando espressioni come “prime avvisaglie di un possibile parto“, e soprattutto i famosissimi “tempi tecnici“. La cronaca prende il sopravvento, anche perché Boris ammette di “non essere molto bravo a raccontare le mie cose in onda”.

Di certo, ha fino all’ultimo prevalso la riservatezza, anche perché la gravidanza è avvenuta in pieno Covid, con tutte le precauzioni e i timori del caso.

Qui trovate la puntata nella quale la nascita del piccolo Claudio Gioele viene raccontata con lo stesso tono usato per il DL Liquidità.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2598 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".