Scherzi a Parte: lo scherzo a Giuseppe Cruciani (Video)

A giugno, un finto Paolo da Bari telefonava al programma di Radio 24 La Zanzara per comunicare al conduttore Giuseppe Cruciani il suo ruolo di vittima nell’edizione che si sta chiudendo stasera.

Complice è stato il “socio” di Cruciani David Parenzo , con la fidanzata dello speaker, che si è “vendicato” dello scherzo che nel 2013 lo vide protagonista con l’appoggio del compare. Dello scherzo a Cruciani conosciamo dettagli come la bandiera della Juve – per la felicità dei tifosi del Napoli – e il ritratto di Marcello Dell’Utri. Il conduttore è stato costretto a passare del tempo in casa propria con un bambino vagamente discolo di 8 anni e mezzo; qualcosa che verosimilmente detesta.

A giudicare dalla reazione in radio, si direbbe che non l’ha presa benissimo. e si dubitava della sua firma sulla liberatoria, ma del resto lui gli scherzi è abituato a farli, attraverso il fidato  Andro Merkù, a farli e non sempre sono leggerissimi.

LEGGI ANCHE  Ritorna "Scherzi a Parte", e una vittima probabilmente sarà Giuseppe Cruciani

Il bambino doveva – chiamarlo per cognome, pitturare il ritratto a cui tiene di brutto, una copia, e abbracciarlo forte prima di andarsene. Il simpatico marmocchio segue alla lettera le istruzioni degli autori e rompe effettivamente le scatole, puntiglioso e pestifero.

Così Cruciani sullo scherzo:Il bambino non voglio più vederlo. Sono stato incazzato 10 ore. Sono stronzo, ma non 24 ore. Sono stato stronzo sin da una testata presa a 14 anni. Voglio che la gente dica ciò che pensa ma non vuole dire. Parenzo? Ci litigo di continuo, ma siamo una coppia di fatto”.

Cruciani si è vantato di portare i calzini di 3 giorni fa: “Li annuso, poi valuto e penso che se po fa”.   Ecco lo Scherzo a Giuseppe Cruciani. 

LEGGI ANCHE  Ritorna "Scherzi a Parte", e una vittima probabilmente sarà Giuseppe Cruciani

 

Stefano Beccacece (On Twitter òCecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 1269 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".