Radio 24, La Zanzara: Cruciani a Leone Di Lernia: “Stai traviando mia figlia”

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

Durante La Zanzara su Radio 24 ieri sera c’è stato un meraviglioso incontro tra la radio trash e quella non convenzionale.

Giuseppe Cruciani ha chiamato l’ex membro dello Zoo di 105 – anche se riappare ogni tanto – Leone Di Lernia.

Cruciani ha voluto chiamare il noto esecutore di cover discutibili perché una sua canzone – Tu sei gay, rifacimento di Day by Day di Regina – piace alla figlia del conduttore della Zanzara. La ragazzina costringe il padre asorbirsi ogni giorno il video della canzone sopracitata.  “Ha 9 anni, se a 19 ascolta anora Leone Di Lernia le do una martellata. Stai traviando mia figlia“,

LEGGI ANCHE  Programmi radio di oggi, 7/3/2013

Il “cantante” pugliese ha detto: “Tua figlia sarà intelligente e molto colta con le canzoni di Leone Di Lernia“. Naturalmente Leone non ha potuto evitare tutti i suoi tormentoni: “50 anni che  faccio la radio”, “Mi pagano per votare”. “Davide dimentichi”, le licenze dei taxi dei figli,la cubana.

Da sottolineare la partecipazione “scandalizzata” dell’altro conduttore del programma, ovvero David Parenzo, che spesso sembra stare a La Zanzara  come Branduardi starebbe ai Sex Pistols. Quando Cruciani chiede a Di Lernia: “Ma perché sta canzone sui gay?”  la risposta è stata: “Tutti sono gay in Italia, i gay sono persone meravigliose”. “Anche David (Parenzo, n.d.r.) lo è. Di sicuro avrà l’osso sacro deformato”.

LEGGI ANCHE  Zap Mangusta lascia Radio Monte Carlo dopo la mancata conferma di "Traduzioni pericolose"

Parenzo, allibito, abbozzava una reazione: “Buonasera professore”. “Dovresti fare l’editorialista per Il Sole 24 Ore“.

 

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

About Stefano Beccacece 4591 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".