Peppe Bartolucci, il mito del vernacolo anconetano, celebra i “primi” 44 anni di radio

Chi legge abitualmente la sezione del sito dedicata alle “Radio News“, sa che chi la cura passa il tempo a cercare nuovi programmi, nuovi contenuti e nuovi conduttori dei quali parlare in tutta Italia.

Questa volta, chi scrive vuole prendersi un momento per spendere qualche riga in favore di un personaggio “di casa”. Giuseppe Riccardo Bartolucci, semplicemente “Peppe”, celebra oggi i suoi “primi” 44 anni di radio. Di questi, oltre trenta li ha passati sulle frequenze di Radio Tua.

Peppe è il reuccio del vernacolo anconetano, una vera e propria enciclopedia vivente del Capoluogo marchigiano, una voce che – attraverso poesie, libri, aneddoti e pillole di storia – ama nei fatti e serve la propria città.

E’ inoltre inossidabile. Lockdown a parte, fase nella quale è comunque stato presente telefonicamente, non salta un appuntamento settimanale, indipendentemente dal meteo e dalle proprie condizioni di salute.

Peppe diffonde in FM la cultura della città, ed è una cultura che – prima che dai libri – nasce dal contatto con la gente e dalla conoscenza capillare di ogni quartiere. Per questi due fattori, il passato da postino ha sicuramente aiutato. Dopo anni di servizio al microfono – potendosi  permettere di ospitare ma anche consigliare il Sindaco di turno – gli è stato conferito il giusto riconoscimento.

Da oltre vent’anni, con Peppe c’è Massimo Moroni, “Murò”, che è di fatto la regia parlante che interagisce, consiglia e talvolta ammonisce.  Moroni è colui che ha trasformato Peppe,  forziere della tradizione, in un conduttore ipertecnologico.  Peppe celebrerà i suoi 44 anni di radio domenica mattina dalle 09:30 alle 11:00.

Avevamo già parlato della coppia formata da Peppe e Moroni ad aprile in questo post. Proponiamo di seguito una puntata esplicativa di “Joso Donne, c’è Peppe”. Parte “Rosamunda”, e si vola.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

About Stefano Beccacece 3755 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".