Party Like a Deejay, festa di Radio Deejay: scaletta, recensione e video

Ieri sera è andata in scena la festa di Radio Deejay, Party Like a Deejay, alla Unipol Arena di Bologna. Non poteva mancare – nel giorno della sua scomparsa, avvenuta 6 anni fa – e nella sua città, un omaggio a Lucio Dalla. con Nicola Savino che canta Dark Bologna. Poi arriva Fabio Volo che fa cantare al pubblico “L’anno che verrà” e canta con Luca Carboni – canzone richiesta da Linus –  “Mare mare”. Il cantautore esegue pure – ovviamente, giocando in casa, “Bologna è una regola”.

Non può esserci festa di Radio Deejay senza Deejay Time, ed ecco che Albertino, Fargetta Molella e Prezioso si esibiscono con tanta buona Dance Anni 90 dall’alto.

Successivamente arriva Elisa, presentata da Rudy Zerbi,  e canta “Gli ostacoli del cuore”, ma senza Ligabue, “Tanti auguri a te” a insieme al pubblico ed infine on Tommaso Paradiso – ormai ospite abituale dell’evento essendo stato presente già l’anno scorso – Takagi & Ketra si esibisce in ” Da sola / In the Night”

LEGGI ANCHE  Festa Radio Deejay 2017: scaletta, streaming e ospiti

Presentati da Angelo e Ferrari, si sfidano a colpi di Karaoke i due cantanti della radio, quelli che sono costretti a fare parte del cast della canzone di Natale perché fra quelli che se la cavano meglio,, ovvero Alessandro Cattelan e Federico Russo. La sfida di karaoke in stile duello western finisce per diventare una sorta di Brokeback Mountain dopo l’esecuzione di “Back for good”, e dopo che Rsso saluta dicendo “Ciao Verona”

In seguito, arriva la “scoperta” di Radio Deejay, ovvero Ghali, che canta “Habibi” ed il suo nuovo sinolo “Cara Italia”. Seguono: il saluto di Jovanotti, arrivano 10 minuti di grande esecuzione di Nikki, e successivamente  Fabri Fibra – che  canta “Stavo pensando a te” e poi  “Pamplona” con Tommaso Paradiso.

LEGGI ANCHE  Party Like a Deejay: la festa di Radio Deejay all'Unipol Arena di Bologna: info, scaletta e biglietti

Come spesso capita, la festa cala d’intensità quando arriva “Pinocchio”, che dopo aver improvvisato una lezione di ballo con la “Dande Cam”, lanciano il classico messaggio che lanciano da anni, cioè: “Ci piaci come sei”.

Al Trio Medusa ed allo staff di “Chiamate Roma Triuno Triuno”, tocca il compito di improvvisare un improbabile balletto in stile “Village People” e poi lanciare il grande ospite della sera, Ligabue la cui esibizione non è stata trasmessa.

Stefano Beccacece (On Twitter @CCecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 1283 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".