Niccolò Agliardi l’ospite di oggi a Occupy Deejay: video e testo di Soltanto il Vero

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

L’ospite odierno di Occupy Deejay, il talk pomeridiano di Deejay TV condotto da Wintana Rezene, Andres Diamond e Marco Mix in onda tra le 15.30 e le 17 sul canale 9 del digitale terrestre, sarà Niccolò Agliardi.

Quello del cantautore milanese è un nome in ascesa, e l’occasione è buona per presentare il suo nuovo videoclip “Soltanto il Vero”, che vede la partecipazione del rapper rivelazione dell’anno Emis Killa.

Il nuovo singolo arriva a due anni dall’uscita dell’ultimo disco in studio “Non Vale Tutto”, e il cantautore lo eseguirà live con una performance acustica.

Ecco di seguito il video di Soltanto il Vero di Niccolò Agliardi.

LEGGI ANCHE  Buon compleanno Radio Deejay: Party Like a Deejay il 22 giugno al "Mind"

Testo di Soltanto il Vero di Niccolò Agliardi

Eccoci di nuovo con le gambe rotte
Gli occhi sono pesti e le valigie sfatte.
Io mentre respiro mando schegge nei polmoni.
Tu mi sembri forte più di quanto sai.
Tu che stai alla larga così non sbagli mai.
Mettiti alla guida e portami davanti al vero.
Ho vele strappate.
E la rabbia di un cane.
La testa tradita da un’ ebola infame.
E tu che baratti il mio inferno con le tisane.

Scrivi di santa ragione,
Scrivi perché mi fa bene,
Scrivi che il vero rimane,
Scrivi, il resto è fatto per andare via e va via.

Toccami la faccia e dimmi che ci sono
E che la paura serve a fare un uomo.
In cambio io ci credo e cambio accenti al mio dolore.
Nel dubbio se merito farmaci o fiori.
Pianto un giardino sia dentro che fuori.
E accorcio il cammino puntando soltanto il vero.

Scrivi di santa ragione,
Scrivi che sto quasi bene,
Scrivi che il vero rimane,
Scrivi, il resto è fatto per andare via e va via.

Non mi serve fare sport, andarmene in ferie;
il mio problema è nell’anima mica nelle arterie
La mia arte è la conseguenza di quando sto giù e la faccia che ho non mi si addice più.
Il vero me è in un corridoio fatto di tristezza,
Emis Killa e’ solo l’uscita di sicurezza.
E tu fai lo scemo, dici “reagisci almeno”.
Ci spero…Ma siccome sei vuoto non mi capisci a pieno.
Tra sentimenti negati e giorni negativi,
chiedo consigli agli amici. Nico dice: “scrivi”.
E cosi mi metto a scrivere.
Con un foglio bianco e il mio male sopra per sopravvivere.
Star bene è cosi facile, che sembra difficile.
Ma difficile so che è diverso da impossibile.
Contraddizione vivente con una mente instabile.
Un involucro di marmo con su scritto “fragile”
Sta vita è un libro che fa schifo e scrivo io le pagine.

Scrivi di santa ragione,
Scrivi che sto quasi bene,
Scrivi che il vero rimane,
Scrivi, il resto è fatto per andare via.

Biglietti - Seguici su Whatsapp - Telegram

About Luca Landoni 20932 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it