Michela Murgia: “Battiato ha scritto minc*iate” (Video)

Crediamo che ci saranno delle forti polemiche a proposito delle affermazioni della scrittrice Michela Murgia a proposito della musica  di Franco Battiato.

L’artista siciliano è ri-tornato a far notizia nelle scorse ore perché la sua “Cerco un centro di gravità permanente” è citata e cantata nella quarta stagione de “La casa di carta”.

La Murgia – peraltro anche conduttrice del TG Zero su Radio Capital – in un video realizzato per il suo vlog “Buon Vicinato” ha affermato: “Battiato è considerato un autore intellettuale, e invece vai a fare l’analisi dei suoi testi  e sono delle minch*ate assolute. Citazioni su citazioni e nessun significato reale. Togli due testi, forse, e il resto….“. 

L’interlocutrice – la scrittrice Chiara Valerio – cercava di smorzare: “Ma perché è mistico”. Risposta: “Non è che tutto quello che non capisci è mistico”.

Il dibattito si eleva ulteriormente nel momento in cui: “Anche Parco Sempione” di Elio e Le Storie Tese mi evoca un mondo. Mi dice che è il polmone di Milano e non lo devo toccare. Battiato cosa mi sta dicendo?. Ha fatto credere a due generazioni che ascoltare Battiato fosse ‘figo'”.

La Murgia ci ha fatto sapere che  “salva” solo “La cura” e “Povera patria”, ma vorrebbe una narrazione e non solo suggestioni.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2609 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".