Max Pezzali – Sembro matto: testo, video, uscita

Quando esce Sembro matto, il nuovo singolo di Max Pezzali che segue il successo de In Questa Città e a sua volta sarà compreso nel nuovo imminente album di inediti (ancora senza titolo e data)? La Radio Date è programmata per venerdì 6 marzo 2020. Di seguito video ufficiale, testo e tutte le informazioni utili sulla nuova uscita discografica dell’artista.

Artista: Max Pezzali

Titolo: Sembro matto

Album: nd

Max Pezzali in tour: biglietti, date e scaletta: clicca qui

Max Pezzali – Sembro matto | Video

In pubblicazione venerdì. Subito sotto il disegno di presentazione di Zerocalcare

Max Pezzali – Sembro matto | Testo

In pubblicazione venerdì. Così lo ha presentato il suo autore: “Incontrare l’amore quando si pensava fosse ormai impossibile può avere l’effetto collaterale di darci un senso di ‘ebbrezza’, che a un osservatore esterno può sembrare eccessivo e sopra le righe, ma che in realtà è una specie di lucida e consapevole follia, che ci fa affrontare la vita con rinnovato ottimismo”. Ecco il testo completo.

Come ritrovarsi in una casa vuota
senza foto senza mobili e i ricordi di una vita
come stare in un incrocio in mezzo al niente
senza mappa e il gps che ti da ilsegnale assente
però, a un certo punto all’orizzonte s’intravvede il mare
e il cuore batte forte perché ha l’ansia di arrivare
ma nello stesso tempo non capisce se è un miraggio oppure no

E sembro matto (matto)
come un tornado hai scompigliato tutto
mentre dormivo lì tranquillo a letto
hai fatto il botto dopo l’impatto
e sembro matto, perché mi hai preso il cuore dentro al petto
quando credevo che si fosse rotto hai smontato tutto e l’hai rifatto

Come uscire e camminare sollevato
dall’asfalto dai ricordi dai fantasmi e dal passato
e parlare e ridere con le persone
per finire ogni discorso sempre solo col tuo nome
però anche se so che quella azzurro all’orizzonte è il mare
e il cuore batte forte perché stai per arrivare
mi sa che non saprò spiegarti bene tutto questo perché so

Che sembro matto,
come un tornado hai scompigliato tutto
mentre dormivo lì tranquillo a letto
hai fatto il botto dopo l’impatto
e sembro matto, perché mi hai preso il cuore dentro al petto
quando credevo che si fosse rotto l’hai smontato tutto e l’hai rifatto

Il tempo si ferma quando siamo assieme
perché con te che io mi sento bene
voglio quei pomeriggi sul divano
in cui mi stringevi e respiravi piano
ho perso in te la mia armatura di vibranio
sembro strano

Sembro matto (rit)

About Luca Landoni 17151 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it