Marco Mazzoli: “Lo Zoo è di nuovo a rischio dopo 21 anni che usiamo lo stesso linguaggio”

Se censurano noi, devono censurare praticamente tutto

 

Si è ampiamente sfogato su Instagram il conduttore dello Zoo di 105 Marco Mazzoli. “Lo Zoo va in onda da ventun anni e da ventun anni usa lo stesso linguaggio”.

Così Mazzoli ha spiegato che “Lo Zoo è a rischio, di nuovo” perché “una persona che ha ascoltato un paio di puntate, non ha apprezzato il nostro modo di comunicare e ha deciso di fare denunce. Con tutto lo schifo che c’è sul web accessibile ai bambini, questa persona viene a giudicare il nostro operato perché siamo in FM”.

Mazzoli punta sul fatto che i bambini non ascoltano la radio, perché: “se non hai una macchina, nessuno ha una radio in casa. Quindi dimmi quale mente normale pensa che sia più pericoloso diffondere in FM delle parolacce che dicono anche all’asilo, rispetto a tutta la m….che c’è sui social e in internet, accessibile da qualsiasi telefonino o computer. Difficilmente un bambino scende in garage, apre la macchina del papà e accende la radio alle 2 per ascoltare lo Zoo“.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2892 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".