Marco Mazzoli è tornato a parlare del “Pancio”

Ieri il conduttore dello Zoo di 105 Marco Mazzoli ha parlato – cosa che effettivamente non fa mai-dell’impatto delle star del web sui media tradizionali, fra YouTube e Instagram.

L’occasione è stata fornita anche dalla trasmissione di questa canzone.

Si è parlato – anche se Mazzoli avrebbe voluto evitare di nominarlo, e infatti ci ha pensato Wender – di Andrea Panciroli, Youtuber noto come “Il Pancio”, che nel febbraio 2018 ha preso parte a un massimo di 3 puntate.

Questo è quanto detto dal conduttore: “Abbiamo fatto l’esperimento di portare qualche fenomeno del web in radio. Quando ha capito la mole di lavoro che c’è dietro ogni puntata, ha fatto dietrofront e non l’abbiamo più visto. Ha pensato ‘Vado lì e dico 4 ca*ate in radio’. Quando ha visto il lavoro che c’è dietro, si è ca*ato addosso“.

Paolo Noise ha aggiunto: “Quando è arrivato, noi eravamo impegnati a fare il nostro, e non avevamo tempo di fare anche il suo”.

Eppure Mazzoli sul tema della radio fatta da non radiofonici teorizza cose bellissime ed esattissime: i ragazzini no seguono la radio, e introdurre gente da YouTube non porta pubblico perché i contenuti della rete possono essere fruiti in ogni momento. Nel frattempo, il pubblico più maturo – quello radiofonico – si disaffeziona. Questo è più o meno il concetto espresso dallo stesso conduttore qualche giorno fa.

E allora, perché puntare sul famoso trio preso dal tanto vituperato Instagram? Visto che il conduttore si ispira – e si è formato – con Claudio Cecchetto, speriamo riesca ad acquisirne la capacità di trovare talenti veri. Anche, magari, grazie alla Masterclass. 

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2737 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".