Lo Zoo di 105 va oltre la radio

Ieri lo Zoo di 105 ha realizzato una puntata provocatoria, ma fino a un certo punto. Se non siamo andati al livello di “Lo sai che Fabri Fibra è di Senigallia?”, poco ci è mancato.

La lotta contro il malfunzionamento dell’applicazione, ha portato il programma ad andare in onda su Facebook, su Youtube,  e Twich. Ricordiamo che da tempo Marco Mazzoli e soci ironizzano sul fatto di non essere su 105 TV, dove andrà in onda da lunedì anche Francesco Facchinetti.

Ma Lo Zoo – che si sta ritagliando spazi indipendenti dalla radio in un’era sempre più crossmediale – prosegue con iniziative parallele come il “Bar dello Zoo”, oltre a Fumagazzi e la nuova “Enoteca Zoo”.

 

 

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Enoteca Zoo (@enotecazoo)

Mazzoli ha anche detto ieri di aver pensato di smettere di andare in onda sin quando la situazione app non si fosse risolta. Lo scopo, però, non era quello di punire gli ascoltatori. Così è nata questa puntata speciale senza permesso; puntata nella quale lo Zoo si è censurato a tratti per non farsi bannare dalle varie piattaforme.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 3185 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".