L’amore è una dittatura: significato del testo della canzone dei The Zen Circus

Qual è il significato del testo di L’amore è una dittatura, canzone con la quale i The Zen Circus hanno partecipato alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo terminando al diciassettesimo posto? L’autore del brano Lorenzo Vizzini Bisaccia ed è stato composto da Arisa da Matteo Buzzanca e Alessandra Flora.

L’amore è una dittatura | Significato

Il testo di L’amore è una dittatura è intenso e come si può intuire dal titolo, parla dell’amore in senso lato, di un amore non romantico e raccontato da un punto di vista fortemente polemico.

Un brano che si apre con alcuni versi che fanno riferimento alla politica italiana e a una degli argomenti più in voga in quest’ultimo periodo: “Ci hanno visti nuotare in acque alte fino alle ginocchia e  inchinarci alle zanzare pregandole di non mescolare il nostro sangue a quello dei topi arrivati in massa con le maree. Le porte aperte, i porti chiusi, e sorrisi agli sconosciuti” fa ovviamente riferimento a migranti respinti e lasciati in mare dal governo italiano.

Inoltre, leggendo ogni singola frase di L’amore è una dittatura, possiamo anche cogliere un riferimento ad altre tematiche che sono all’ordine del giorno come il femminicidio (“Cerchiamo la donna della vita o l’uomo della morte“).

In tutto questo, però, rimane un velo di speranza che l’amore possa ancora venirci a cercare e che possiamo trovare nei versi conclusivi del brano: “E speri ancora che qualcuno sia lì fuori ad aspettarti, non per chiederti dei soldi, neanche per derubarti. Non per venderti la droga e soffiarti il posto di lavoro ma per urlarti in faccia, che sei l’unica, sei il solo“.

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo 3095 Articles
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.