Il sindaco di San Fior Gastone Martorel ha querelato La Zanzara

Anche durante le vacanze estive, La Zanzara ottiene una querela, che arriva da San Fior, comune che in effetti agli ascoltatori della trasmissione di Giuseppe Cruciani e David Parenzo da un paio di anni è abbastanza noto.

La querela ha raggiunto i conduttori Cruciani e Parenzo, oltre a  Roberto Napoletano e Guido Gentili, oltre a Lucia Sirena, la famosa “Lucia da Pordeone”, prostituta di 66 anni che recentemente era tornata protagonista del programma, per la tentata colletta in suo favore per permetterle di avere un nuovo camper.

Tale provvedimento è stato preso in seguito alla richiesta alla polizia postale di rimuovere dalla rete e dagli archivi della trasmissione tutto il materiale concernente il comune di San Fior ed il suo sindaco Gastone Martorel, raggiunto da un linguaggio ritenuto infamante per aver deciso  di emettere un’ordinanza, secondo cui tutte le prostitute avrebbero ricevuto una multa da parte dei carabinieri per la loro attività.

Ecco le parole di Martorel riportate da QDPNews::Sono mesi che ricevo segnalazioni di come la mia persona venga associata a una canzonetta trasmessa nel programma, dove vengo definito un ‘leghista di merda’, ‘uno stronzo’ e ‘un bastardo’. Vengo additato con un linguaggio volgare anche a causa di una prostituta, Lucia Sirena, che ce l’ha con me perché faccio sempre mobilitare i carabinieri per combattere tale fenomeno.  “Io non voglio prostitute nella mia città,   e non deve essere una colpa il desiderio di avere un po’ di decoro e di evitare di sentire ancora le segnalazioni delle mamme con i figli che trovano i preservativi nei parchi mentre vanno a scuola. Posso dire che quel programma e il linguaggio adottato è un’indecenza ed è una vergogna che esista una proprietà, la quale consente una simile condotta. Non posso far chiudere il programma, ma la querela e la chiamata alla polizia postale sono partite perché si arriva a un punto in cui il limite viene oltrepassato e di riflesso viene screditata tutta la comunità di San Fior. Tutta questa storia è poco piacevole anche per la stessa San Fior, e trovo che i conduttori siano persone prive di argomenti che si comportano in maniera vergognosa. Esiste un limite a tutto e non è giusto che San Fior venga marchiata: è un accanimento che da fastidio a me e all’opinione pubblica”. “.

La canzonetta in questione è quella realizzata sulla base di “Felicità put**” dei Thegiornalisti, quella del “Chupa chupa dance”, ed effettivamente gli insulti al primo cittadino della comunità friulana sono stati campionati.

In passato la prostituta aveva spesso apostrofato il primo cittadino perché le avrebbe dato 75 anni, dicendo che avrebbe preferito pagare mille euro ad un legale piuttosto che pagare la multa prevista dall’ordinanza ed asserendo che la multa verso le prostitute sarebbe servita per ripianare un deficit di 2 milioni di euro della caserma di Orsago.

Contattato da La Zanzara, Martorel aveva spiegato che la multa – 100 euro alle prostitute e 500 ai clienti – era l’unico modo per cercare di ripulire le strade di San Fior.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 1275 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".