Il Popolo della Famiglia vuole vietare il concerto di Elton John all’Arena di Verona

Ha dell’incredibile ciò che il partito “il Popolo della Famiglia” vuole compiere nei confronti di Elton John, che nel Maggio 2019 sarà a Verona per una data nel tempio dello spettacolo, l’Arena. Eppure, nel 2018 succede che qualcuno alza la voce per boicottare un concerto musicale.

E’ Filippo Grigolini per il partito contro i diritti LGBT, che si schiera contro l’esibizione del musicista britannico e che chiede un “atto di coraggio” per dire “No” ad Elton John, dichiarando:

Spettasse a me decidere, lo farei lo so, è una scelta difficile. Lo so, scoppierebbe il finimondo. Ma si tornerebbe finalmente a parlare di utero in affitto, un fenomeno che continua a esistere ma che è scomparso dal dibattito pubblico, quasi normalizzandosi. Ho studiato un po’ la questione Arena Extra in campagna elettorale (quella delle comunali,ndr): una serata corrisponde a 30 mila euro. Sono soldi che si recuperano anche se si fa cantare in Arena qualcun altro. Amo molto il pop/rock e da ragazzo i miei idoli erano i Queen, anche se Freddie Mercury era tutto fuorché un esempio da seguire. E mi piacciono anche molte canzoni di Elton John. Ma ci sono anche temi che non possono essere taciuti. Mi pareva che l’ultimo essere umano a essere comprato in Occidente sia stato uno schiavo in America, nel 1850. Adesso si comprano i bambini?

La risposta è arrivata puntuale dal presidente di Area Liberal, Giorgio Pasetti:

Filippo Grigolini e il Popolo della Famiglia stanno arrivando al grottesco! Adesso in nome della protezione della famiglia naturale sono arrivati persino a chiedere al Sindaco Sboarina di censurare i concerti di Elton John in programma per il maggio del 2019. Stiamo parlando di uno dei più grandi artisti della musica mondiale e gli vogliamo togliere la libertà di espressione nell’Arena di Verona perché è omosessuale e padre di 2 bambini?!

Ricordo a Grigolini ed ai suoi “seguaci” – ha proseguito Pasetto – che l’Arena è proprietà della città di Verona e dei suoi cittadini e che, sino a prova contraria, la nostra città si trova in uno Stato laico come quello italiano. Quindi nè i sostenitori della famiglia naturale nè il Sindaco o l’Amministrazione di Verona possono arrogarsi il diritto di discriminare Elton John in nome delle sue tendenze sessuali e modello familiare. Ci stiamo rendendo ridicoli agli occhi del mondo e soprattutto stiamo commettendo una violazione dei diritti umani fondamentali. Ricordo inoltre che Elton John oltre alle centinaia e centinaia di concerti in tutto il mondo ha pure cantato al funerale di Lady Diana in mondovisione. Ed ora non dovrebbe cantare nell’Arena?

La frangia cattolica quindi, prova a combattere, portando avanti una battaglia che in tempi moderni non dovrebbe esistere, ma c’è.

LEGGI ANCHE  Questa sera a Rai5: la storia dei Queen e di Elton John per Discovering Music (video)

 

Commenti Facebook

commenti