I Lunatici hanno lanciato anche il “Torneo internazionale delle città lunatiche”. Sarà più avvincente anche del campionato delle professioni, ecco perché

Qualche giorno fa abbiamo parlato del campionato mondiale dei lavoratori notturni lanciato dai Lunatici Roberto Arduini ed Andrea Di Ciancio. Si gioca nella notte fra martedì e mercoledì.

Ma ora – nella notte fra giovedì e venerdì – è partito anche il torneo internazionale delle località lunatiche. Si tratta di un’idea che può essere più avvincente anche del campionato delle professioni. Questo perché con ipotetiche primarie o exit poll immaginari, sin dalla prima stagione si può intuire come camionisti, guardie giurate e insonni abbiano il controllo delle posizioni di testa scambiandosi i piazzamenti del podio.

La mappatura dell’ascolto del programma di Radio2, può portare in ogni turno ad esiti non scontati, a seconda  della prontezza degli ascoltatori stessi. Ecco che dopo Palermo. vincitrice del primo turno, Napoli, Roma e Torino, troviamo Gubbio come prima outsider del gioco. Ogni comune rappresenta se stesso, e non verrà mai inglobato in altre macro categorie, come invece può avvenire per i mestieri.

Ieri notte, per esempio, è stata a lungo in prima fila Trieste; capoluogo di regione, certo, ma non una metropoli. Resta da capire se in seguito vi sarà una graduatoria ponderata in rapporto al numero di abitanti. Gli autori pensano sempre a tutto. Nel gioco dei mestieri è stato introdotto il punto per ogni professione che riesca a totalizzare cinque gol. Il mitico Marco Roma ha regalato un punto ai poeti due notti fa. Ma sono stati ipotizzati dei premi? Entrambi i giochi dovrebbero essere conoscitivi e non ispirati dalla competizione, ma perché non trovare un riconoscimento simbolico da consegnare a fine anno ad associazioni nazionali di categoria in un caso e assessorati al Turismo o alla Cultura nell’altro per coinvolgere le istituzioni?

Pensiamo – per esempio – ai passi da gigante fatti nel tempo da “M’Illumino di meno” di Caterpillar. Oggi coinvolge istituzioni nazionali ed europee. Ecco che si potrebbe consegnare al comune o all’associazione di categoria – certo, vincessero gli insonni la cosa si complicherebbe – una piccola scultura.

Oppure, Radio2 potrebbe dedicare una giornata alla città vincitrice con dirette sul posto – pensiamo al Ruggito del Coniglio e agli stessi Lunatici Live in un teatro  – o uno speciale del Radio2 Social Club con un artista originario del posto, o ancora, una puntata di Decanter focalizzata sull’enogastronomia locale.

E poi, i Lunatici sono specializzati nel fare notizia: immaginate la risonanza che avrebbero sule testate locali alla proclamazione dei vincitori, o anche nelle fasi finali.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2598 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".