Giordana Angi a Sanremo con Come mia madre: testo e video

Una delle 24 canzoni dei big presentate al Festival di Sanremo 2020 è Come mia madre, nuovo singolo di Giordana Angi che ha annunciato il titolo durante il programma di Rai1 I Soliti Ignoti, condotto da Amadeus nella speciale puntata del 6 gennaio.

Come per tutti gli altri brani della kermesse per ascoltarlo sarà necessario attendere il 4 febbraio, mentre il testo sarà pubblicato dal settimanale Sorrisi e Canzoni TV nei giorni immediatamente precedenti l’inizio del Festival (probabilmente tra l’1 e il 4 febbraio). Di seguito trovate video ufficiale, testo e tutte le informazioni utili sulla nuova uscita discografica dell’artista non appena rese note.

Artista: Giordana Angi

Titolo: Come mia madre

Album: Voglio essere tua (Sanremo Edition), in uscita venerdì 7 febbraio

Giordana Angi in tour: biglietti, date e scaletta: clicca qui

LEGGI ANCHE  Giordana Angi - Amami Adesso: testo e video

Giordana Angi a Sanremo

Sarà questa la seconda partecipazione di Giordana Angi al Festival di Sanremo dopo quella tra i giovani nel 2012 con Incognita Poesia (eliminata in semifinale). La cantante seconda classificata dell’edizione n.18 di Amici (dietro ad Alberto Urso) vanta comunque già un seguito considerevole, al punto da aver fissato un live al Palasport di Roma. Nata a Vannes, in Francia, ma residente ad Aprilia, si prepara dunque a un vero e proprio esame di maturità sul palco dell’Ariston. Durante la kermesse venerdì 7 febbraio uscirà anche Voglio essere tua (Sanremo Edition). Il repackaging comprenderà 4 inediti: quello sanremese più “Seconda pelle”, “La tua eredità” e “Désolé”.

Giordana Angi – Come mia madre | Video

Giordana Angi – Come mia madre | Testo

Dammi la borsa che è troppo pesante
Non puoi fare sempre tutto da sola
Che di persone ce ne sono tante
Ma col tuo cuore c’è n’è una sola
Hai custodito le mie insicurezze
Saresti pronta per rifarlo ancora
Che di stazioni ce ne sono tante
Ma poi torniamo sempre ad una sola
Ti scriverò un messaggio
Appena uscita dalla stazione
Ci vediamo poi per pranzo
Non vedo l’ora di parlarti
Per ritornare a respirare
Ti chiedo scusa se non ti ho mai detto
Quanto ti voglio bene
Tu che hai trovato sempre un posto
Dove nascondere le mie paure
È che l’orgoglio a volte è un mostro
Che ci fa solo allontanare
E se un giorno sarò una mamma
Vorrei essere come mia madre
Nel tuo sorriso mi sentivo apposto
E non serviva più stare male
Ma l’amore non è solo un posto
è il tuo modo di fare
Ti chiedo scusa se non ti ho mai detto
Quanto ti voglio bene
Tu che hai trovato sempre un posto
Dove nascondere le mie paure
È che l’orgoglio a volte è un mostro
Che ci fa solo allontanare
E se un giorno sarò una mamma
Vorrei essere come mia madre
Sei tu il regalo dei miei compleanni
La luce accesa quando torno tardi
Il cuore più grande dove ripararmi
Stringimi forte a te

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni 15880 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it