Arduini e Di Ciancio, i Lunatici burloni dall’anima giornalistica

Come già saprete, i “Lunatici” Roberto Arduini ed Andrea Di Cancio sono – a parere di chi scrive – il miglior acquisto di Radio 2, nonché una delle migliori novità nel panorama radiofonico nazionale.

Nelle notti italiane  i due giocano ad essere gli opposti che si attraggono. Di Ciancio è il discreto, il tradizionalista, il riservato. Arduini, invece. è determinato a scandagliare morbosamente l’intimità dell’ascoltatore con una punta di libertinismo accentuato. Spesso, sfodera quello che sembra essere il suo “Gioca Jouer” personale: “Acchiappare, schienare. pasturare“.

I Lunatici: alto e basso sono intercambiabili

La ex coppia di Radio Cusano Campus, da settembre è abituata a tratteggiare – a suon di esclusive – la linea editoriale dei siti web delle maggiori testate.

I due sono capaci di fare i burloni per metà puntata con gli ascoltatori e, di colpo, di andare a recuperare testimonianze e aggiornamenti in diretta nel caso accada qualcosa di improvviso nella notte.

Possiamo citare come esempio la recente tragedia della discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo.  Il weekend è notoriamente il momento della leggerezza. Quella sera si trattava – sino a quella ultim’ora – del famoso appuntamento fra Floriano e Lidia. Dopodiché, il duo si è prontamente messo a disposizione per testimoni oculari ed ha contattato autorità.

Su Radio 2, i Lunatici intrattengono nottambuli, lavoratori, viaggiatori e genitori che recuperano figli in discoteca, ma il servizio pubblico si estende  ulteriormente quando chiamano persone sole e/o giù di morale, o anziani che si sentono male e vivendo in paesini sperduti fra le montagne, non sanno a chi chiedere aiuto.

Con la loro superficie frivola, e la loro anima istituzionale, Arduini e Di Ciancio sono come un oggetto cult per chi è stato bambino negli anni Novanta: il camper Micro Machines, che quando lo si apriva diventava una città.

I Lunatici, quelli che non si fermano mai

La trasmissione a Natale non si fermerà, anzi, magari c’è una prova di futuro con dirette dalle 18:00 alle 20:00 al posto di  una colonna portante del palinsesto come Caterpillar. Normale orario,  01:30  – 06:00, nella notte fra 24 e 25 dicembre; 18:00 – 20:00 e 23:00 – 02:00 a Natale, mentre a Santo Stefano sarà tour de force: 18:00 – 20:00 e 01:30 – 06:00.

In queste puntate interverranno Matteo Salvini, Luigi Di Maio, Massimo Bottura, Carlo Verdone, Lorella Cuccarini, Lino Banfi, Albano Carrisi, Renato Pozzetto, Franca Leosini e Rocco Siffredi.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Commenti Facebook

commenti

About Stefano Beccacece 2598 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".