Sfiga: testo, video e significato del nuovo singolo di Antonello Venditti

Da domani, Venerdì 7 settembre, il ritorno di Antonello Venditti con il nuovo singolo Sfiga. Sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali e in radio.

Il brano celebra il 40esimo anniversario dall’uscita di Sotto il segno dei pesci, sarà pubblicata una riedizione del sesto album di Venditti ha superato le 500mila copie vendute, entrando nella storia della musica italiana.

“Sfiga” è un inedito dalle sessioni di registrazione dell’album “Sotto Il Segno Dei Pesci” del 1978 che anticipa l’uscita dell’edizione per il 40° anniversario di uno degli album che hanno fatto la storia della musica italiana.

Antonello Venditti – Sfiga (testo)

Basso
Basso calvo e grasso
solo come un cane per la strada te ne vai

Sfiga
trent’anni di sfiga
solo due compagni di strada gli unici che hai
nemmeno più una donna decente
che ti dia un fiore
nemmeno più tua madre santa donna
ti dice sei il migliore
solo nella strada
c’è la notte intorno a te
perchè tu sei basso
basso calvo e grasso
ma il tuo cuore è grande almeno quanto te

Sesso
non parliamo di sesso
solo un’avventura con una grassa
quasi come te
e si che è difficile farlo in quella posizione
schiacciata dal mio amore profondo
a momenti quasi sviene
era il 25 di agosto
data storica per me

Oh no no no no

Grasso
grasso calvo e basso
ma chi te lo avrebbe detto
che un giorno saresti stato così
e si che a 7 anni tu eri stato un bel bambino
con due guancette rosa e sulla testa tonda
un bel ricciolino

Allora si giocava
ma si giocava tutti insieme
Sfiga
ma guarda che sfiga
neanche trent’anni e già piangere così
Sfiga a trent’anni
ma il mio cuore è grande
grande d’amore almeno quanto me
nemmeno più una donna decente
che mi dia un fiore
nemmeno più mia madre bella donna
che mi dice sei il migliore
solo nella strada
non si gioca proprio più

Solo grasso e basso solo
Solo grasso e basso solo
Solo grasso e basso solo

Antonello Venditti – Sfiga (Video)

Antonello Venditti – Sfiga (significato)

Il brano descrive la scarsa fortuna subìta dall’individuo, con tutti i suoi ‘contro’ senza nessun ‘pro’ che può sorridergli la vita. La sua forma fisica non lo aiuta, per questo il fallimento (cantato in chiave ironica) sotto tutti i punti di vista è chiara.

Commenti Facebook

commenti