Advertisements
Advertisements

Marco Mazzoli contro le Cuffie d’Oro: “Siete ridicoli, Charlie Gnocchi mi ha proposto di….”

In apertura del suo programma – Lo Zoo di 105 – Marco Mazzoli ha commentato l’assegnazione delle Cuffie d’Oro 2016.

Lo Zoo quest’anno non ha vinto premi – arrivava da quello per lo Show dell’anno – ed ironia della sorte, il riconoscimento questa volta è andato a Tutti Pazzi per RDS, radio spesso protagonista delle scenette del programma di Radio 105 e fra i cui conduttori c’è a Rossella Brescia – che condurrà la serata di premiazione a Trieste – contro cui Mazzoli, oltre a Gibba, ha perso una causa in tribunale per diffamazione.

“Avete visto le Cuffie d’Oro? Show dell’anno a Tutti Pazzi per RDS, un programma che non ascolta neanche chi lo fa. Ho scritto all’organizzatore Charlie Gnocchi “Siete ridicoli”, e lui mi ha risposto: “Siete i miei miti, chiamami che l’aggiustiamo“.

Mazzoli ha detto che non è stata citata Radio 105, ma in realtà non è stato citato lo Zoo. Hanno vinto infatti Gli Autogol  (Sport Show) e Benvenuti nella Giungla  (Talk Show).  E’ vero che non sono stato premiati programmi come Tutto Esaurito – ma Marco Galli già l’anno scorso aveva rifiutato la candidatura – Deejay Chiama Italia, Linus e Savino avevano conquistato il premio “Coppia dell’anno” nella passata edizione, e lo Zoo, appunto, il quale aveva fatto nascere polemiche per la votazione che aveva determinato la vittoria di Pinocchio (Fabio Alisei aveva raccontato di essere stato quasi strozzato da La Pina ad Expo), Mazzoli non aveva mandato il video di ringraziamento e infine – durante la serata – c’era stato un battibecco tra Alan Caligiuri – all’epoca componente della trasmissione – e Linus.

Un altro tasto dolente fra il programma dell’anno uscente e quello entrante riguarda gli scherzi telefonici, Mazzoli: “Quello che li fa è fan dello Zoo e ha cercato pure di venire a lavorarci. Adesso faranno le scenette con Santona” .

Paolo Noise – in tono ironico, va precisato – ha commentato: “Naturalmente stiamo scherzando. La categoria è unita. Voglio fare i complimenti ai  colleghi quindi non dirò che siete delle merde“.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Stefano beccacece
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".