Advertisements
Advertisements

Deryck Whibley dei Sum 41: “la mia dipendenza dall’alcol mi ha quasi ucciso”

ha avuto una seconda possibilità nella vita e non sembra avere intenzione di sprecarla. Quasi un anno dopo il ricovero in un ospedale per dei gravi problemi ai reni e al fegato causati di anni di abuso di alcol. Il cantante dei , 35 anni, si è aperto ai microfoni del canale musicale Vice e ha raccontato la sua dolorosa dipendenza dagli alcolici e la sua drammatica esperienza, specificando che non vede l’ora di riprendersi e tornare sul palco.

Sono “fortunato” che mi sia succcesso adesso e non per esempio a 50 anni, perchè il mio corpo non sarebbe stato in grado di sopportarlo. In ogni caso, ora mi sento meglio che mai. La mia salute è migliorata, non mi sono mai sentito così bene in vita mia.

11 mesi fa, l’artista si trovava al contrario in una condizione estremamente critica: Deryck Whibley aveva molti degli organi interni praticamente devastati:

bevevo appena sveglio, mi sembrava di avere un’energia finta. Spesso e volentieri non volevo nemmeno bere, ma ero così stanco che degli shot di Jack Daniels erano l’unica cosa di cui avevo bisogno per salire sul palco.

Speriamo di cuore che questa sua dipendenza dall’alcol sia finita: se ci fosse una prossima ricaduta, potrebbe non essere così fortunato.

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Alberto_Muraro

Seguitemi su Twitter: @alb_simultaneo