La Zanzara: un imitatore del Papa cerca Giorgio Napolitano fingendo di sbagliare numero. La gente ci crede

Papa Francesco è sicuramente un personaggio simbolo di questi anni. La sua spontaneità e la sua semplicità lo hanno reso oggetto di svariate imitazioni parodistiche.

Recentemente in rete ha avuto sucesso lo scherzo fatto a Paolo Brosio a Scherzi a Parte in collaborazione con Le Iene. La trasmissione di Giuseppe Cruciani e David Parenzo La Zanzara si “serve” di un imitatore che a volte chiama persone comuni, altre volte telefona a personaggi noti per farsi rivelare dettagli che di solito in pubblico non verrebbero mai rivelati.

Recentemente La Zanzara ha vinto una causa contro il noto matematico Piergiorgio Odifreddi, notoriamente ateo ma molto ossequioso con il falso Pontefice. Il matematico aveva citato la trasmissione in tribunale.

A fronte delle dimissioni da Capo dello Stato di Giorgio Napolitano, l’imitatore de La Zanzara ha finto di sbagliare crcando sulla Guida Telefonia “Giorgio Napolitano”. Molti interlocutori hannoprovato vera emozione nel sentire il presunto Papa.

E’ vero che l’imitatore di Radio24 è molto bravo, ed è vero che Papa Bergoglio è molto vicino alla gente comune, ma come si fa a credere che il Papa per salutare il dimesso Presidente della Repubblica ora Senatore, debba ricorrere all’Elenco  Telefonico? Con tutte le volte che i due si sono visti e scambiati messaggi, come si può pensare che non possano mettersi in contatto attraverso i propri  segretari considerando anche che risiedono a poca distanza l’uno dall’altro?

I migliori sono coloro che – residenti a Napoli – rispondono: “Santità, qui non c’è quel Giorgio Napolitano, sta a Roma”. Si deduce che questa informazione in Vaticano non sia conosciuta, e soprattutto si intuisce che c’è qualcuno che non ha seguito i notiziari che hanno seguito passo dopopasso il Giorgio Napolitanopiù famoso nel suo ritorno-è stato ripetuto di continuo – al Rione Monti a Roma.

Vista la svolta che ha preso la vita dell’ex giornalista inviato di Emilio Fede e Fabio Fazio ,una telefonata del Papa a Paolo Brosio sarebbe probabilmente possibile; una telefonata del Papa che sbaglia numero dopo aver cerato sulla guida dovrebbe essere inverosimile per chiunque, o quasi.

 

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Stefano beccacece 1019 Articles
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".