Advertisements
Advertisements

Elisa live a Roma: recensione e scaletta del concerto

Ultima tappa de L’anima vola live in the clubs , il tour di  partito lo scorso 30 novembre da Londra e che ha visto la sua conclusione il 20 dicembre all’Atlantico di Roma. La cantante italiana si è presentata in grande forma, come sempre accompagnata sul palco dalla band formata da Andrea Rigonat alle chitarre, Victor Indrizzo alla batteria, Curt Schneider al basso, Christian Rigano alle tastiere e Bridget Cady, Roberta Montanari e Lidia Schillaci ai cori.

Dopo l’apertura di Jack Savoretti, arriva finalmente il turno che tutti attendevano. Elisa si presenta sul palco: dal buio, i riflettori si accendono d’improvviso andando ad illuminare l’artista che, vestita con un cortissimo vestitito nero, intona il primo brano in scaletta Fairy girl che fa da preludio ai successivi Lontano da qui, Pagina bianca e L’anima vola. Dopo questa prima parentesi più rock, i suoni e i ritmi si fanno più lenti con la bellissima A modo tuo, seguito da Eppure sentire che Elisa fa cantate quasi completamente al pubblico.

Durante il concerto non mancano due interessanti duetti con  Jack Savoretti che fa il suo ritorno sul palco per cantare Hallelujah, mentre poco dopo (Sittin’ on) the dock of the bay con la partecipazione a sorpresa di Andrea Faustini, il romano terzo classificato a X Factor versione UK. Lo show va avanti e verso la sua conclusione c’è tempo anche per una cover di Redemption Song, stupendo brano di Bob Marley, prima di lasciare il palco salvo farci ritorno per il bis con Pugni sotto la cintura, It is what it is e Cure me che concludono il concerto romano e il tour.

Scaletta 2o-12-2014

Fairy girl
Lontano da qui
Pagina bianca
L’anima vola
The waves
Rainbow
Labyrinth
A modo tuo
Eppure sentire
Luce (Tramonti a nord est)
Heaven out of hell
Dancing
Broken
Ti vorrei sollevare
Una poesia anche per te
Hallelujah
Forgiveness
(Sittin’ on) the dock of the bay
Electricity
Rock your soul
I know
Gift
Redemption song
Stay
Gli ostacoli del cuore
Together

Pugni sotto la cintura
It is what it is
Cure me

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo

La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l’Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.