Advertisements
Advertisements

Radio Deejay, Zozzoni Day 2014: al via dalle 6:00 la maratona radiofonica in favore del Cesvi

Al via dalle 6:00 di oggi – venerdì 19 dicembre – la Decima edizione, nonostante la prima sconfitta subita dal Trio Medusa  durante la Deejay Ten, dello Zozzoni Day, l’ormai consueto appuntamento che, sotto la direzione del Trio, si propone  di raccogliere – pochi giorni prima di Natale – fondi a favore del Cesvi contribuendo alla lotta contro L’AIDS in Africa, con un particolare riguardo all’ospedale Saint Albert nello Zimbabwe.

Il progetto, con quello che è un vero e proprio motto, si propone di “fermare l’AIDS sul nascere”. Per contribuire alla raccolta fondi è possibile donare attraverso un SMS  da rete mobile all’abituale numero 45503. Oltre alla donazione di 2 euro, è possibile farne una da 5 o 10 euro chiamando il medesimo numero da rete fissa Telecom Italia o Fastweb.

Ma c’è ancora un modo per donare: è infatti possibile partecipare all’asta benefica – attiva  dal 12 dicembre fino alla mezzanotte di domani – atteaverso la quale sarà possibile acquistare uno dei tanti pezzi pregiati messi a disposizione  da campioni dello sport e dello spettacolo.Mentre scriviamo, stanno impazzando il casco del Dottor Valentino Rossi, e la possibilità di entrare in contatto dal ivo con Eros Ramazzotti.

Il tema di questa edizione è il 1982, anno a cui Radio Deejay è ovviamente legata essendo nata proprio allora. Al 1982 sarà legata anche l’intera programmazione musicale. Ovviamente, in pieno stile Trio Medusa, il palinsesto verrà stravolto. Ogni programma avrà a disposizione un’ora con – ad esempio – Linus e Nicola dalle 8:00 alle 9:00, e La Pina e Diego ad occupare parte dello spazio di Deejay Chiama Italia. Non mancheranno ospiti e sorprese.

Da mettere in risalto, in conclusione, c’è l’album fotografico composto dalle foto, risalenti al 1982,  degli speaker . Curioso l’aneddoto raccontato qualche giorno fa da Nicola Savino, secondo cui Aldo Rock al posto di una foto avrebbe preparato un testo di 5 pagine.  Ciò sembra qualcosa di simile alle “due parole di saluto” di Fantozzi in Fantozzi va in pensione.

 

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Stefano beccacece

Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta – ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 – ora fa prevalentemente il blogger con l’aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione “Radio News”.