Advertisements
Advertisements

Madonna inc****ta nera su Instagram:”io stuprata artisticamente”

Non c’ha messo molto ad arrivare la risposta di al “leak” selvaggio del suo ultimo disco, che a quanto pare si chiamerà Iconic: nel corso di questo scoppiettante pomeriggio la regina del pop ha risposto all’incredibile pirateria di cui è stata vittima parlando di “stupro artistico”.

Se in un primo momento Madonna era stata piuttosto ironica, sottolineando semplicemente che i file finiti in rete fossero delle demo ancora incomplete (possibilità poco credibile, visto la loro indubbia qualità), pochi minuti fa la cantante ha deciso di pubblicare un secondo durissimo messaggio sul suo profilo Instagram (apparso anche su Facebook):

Questo è uno stupro artistico!

Quelle che avete ascoltato non sono altro che semplici demo, metà delle quali non finiranno neanche nel disco finale, mentre l’altra metà è già stata modificata o si è evoluta! Questo è puro terrorismo! Perché volete distruggere il processo artistico? Perché rubare? Ma che ca…Perché non darmi l’opportunità di finire e offrirvi il meglio?

È chiaro che dietro a questo giustificatissimo sfogo c’è la delusione di un’artista che, per quanto controversa, dà sempre il massimo per confezionare un prodotto artistico che possa soddisfare la maggior fetta di pubblico possibile. Stavolta però, qualcuno del suo team (che sarebbe da silurare all’istante) ha fatto saltare tutti i suoi piani.

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Alberto_Muraro

Seguitemi su Twitter: @alb_simultaneo